MotoGP, Joan Mir e l’ipotesi Honda: Puig fa chiarezza

Puig torna a parlare della scelta del prossimo compagno di Marquez: Espargarò sembra ormai out, tra le ipotesi c’è Mir.

In casa Honda ci sono ragionamenti in corso in vista della prossima stagione, nella quale si punta a tornare a lottare per il titolo MotoGP. Marc Marquez dovrebbe essere al 100% fisicamente e avrà bisogno di una RC213V all’altezza.

Joan Mir (Foto LaPresse)
Joan Mir (Foto LaPresse)

La speranza del team è che l’otto volte campione del mondo possa rientrare in sella prima della fine della stagione 2022, così da poter dare le sue indicazioni sullo sviluppo della nuova moto. I suoi feedback sono molto importanti e trapela fiducia sul fatto di poterlo rivedere in azione nei prossimi mesi.

Un altro tema importante per HRC è la scelta del prossimo compagno del fenomeno di Cervera. Sembra ormai certo il non rinnovo di Pol Espargarò, che dovrebbe accasarsi nel team KTM Tech3. Nonostante il suo impegno, il fratello di Aleix non è riuscito a fare i risultati auspicati e probabilmente cambierà marchio nel 2023.

MotoGP, chi affiancherà Marquez in Honda nel 2023? Ecco come stanno le cose con Mir

Alla Honda serve un secondo pilota forte e affidabile. Il nome più quotato di questi mesi è quello di Joan Mir, in uscita dalla Suzuki e alla ricerca di una sistemazione che gli consenta di poter lottare per qualcosa di importante. Ducati ha smentito di aver avuto contatti con lui, quindi il passaggio nel team Repsol appare la soluzione più probabile.

Alberto Puig in un’intervista concessa a DAZN ha ammesso che il maiorchino è un pilota preso in considerazione per il futuro: “Stiamo valutando delle opzioni. Ci sono più piloti, non solo Joan. Ci hanno chiamato tutti coloro che non hanno ancora firmato un contratto. Abbiamo parlato con tutti, logicamente”.

Mir è un’opzione, però non è l’unica che in Honda viene presa in esame. Sarà interessante vedere chi verrà scelto, se ci sarà un colpo di scena o se sarà l’attuale rider della Suzuki ad affiancare Marquez.

Dei dubbi ci sono anche sulla line-up del team satellite LRC, dove Takaaki Nakagami e Alex Marquez rischiano il posto. A tal proposito, Puig si è così espresso: “Stiamo valutando, anche se in questo caso dipende di più da Lucio Cecchinello. Non ha ancora deciso, ha anche altre opzioni. L’argomento Nakagami verrà affrontato in Giappone”.

Per Honda è importante avere un pilota giapponese, ma nel 2023 in MotoGP potrebbe esserci Ai Ogura (ora in Moto2) al posto di Nakagami. Quest’ultimo non sta facendo grandi risultati e potrebbe lasciare il campionato per essere sistemato altrove (Mondiale Superbike?).