MotoGP Germania, uno dei protagonisti salta la gara: è ufficiale

È arrivato il “temuto” annuncio su un pilota MotoGP: non prosegue il weekend del GP di Germania: svelate ufficialmente le motivazioni.

Non tutti i rider della MotoGP sono arrivati in perfette condizioni fisiche all’appuntamento al Sachsenring. C’è chi dopo la gara a Montmelò ha dovuto affrontare delle conseguenze.

MotoGP (Ansa Foto)
MotoGP (Ansa Foto)

Tutti gli appassionati ricorderanno sicuramente l’incidente avvenuto alla prima curva del Gran Premio di Catalogna, quando Takaaki Nakagami ha steso sia Francesco Bagnaia sia Alex Rins. Il pilota della Ducati non ha avuto problemi, per fortuna, ma gli altri due colleghi sì.

Il giapponese ha subito un trauma cranico facciale e una forte contusione alla spalla destra. Poteva andare decisamente peggio, considerando che Nakagami aveva colpito con la testa la gomma posteriore della Desmosedici di Bagnaia. Per quanto riguarda il pilota della Suzuki, ha rimediato una frattura composta all’osso piramidale del polso sinistro e un’infiammazione alla caviglia sinistra.

MotoGP Germania, niente Gara al Sachsenring per un pilota

Sia Nakagami che Rins sono stati dichiarati idonei per correre il Gran Premio di Germania in programma in questo weekend, ma dopo il terzo turno di prove libere di stamattina uno dei due ha alzato bandiera bianca. Si tratta dello spagnolo, che in FP3 ha capito di non poter continuare. Troppo il dolore al polso sinistro fratturato, insieme al team ha deciso di concludere anticipatamente questo GP.

Rins al Sachsenring non riusciva a guidare velocemente, aveva troppo dolore ed è stato più saggio arrendersi e provare a recuperare per il prossimo appuntamento del calendario MotoGP. Tra una settimana il campionato sarà di nuovo in azione ad Assen e lui dovrebbe essere in una condizione fisica migliore, seppur non ancora al 100%.

La Suzuki gareggerà con il solo Joan Mir in Germania. Il maiorchino cercherà di conquistare un buon risultato, dopo il quarto posto ottenuto a Montmelò. Non sarà semplice, considerando che Ducati e Aprilia sembrano particolarmente in palla al Sachsenring. Lui darà il massimo, però non è certamente tra i favoriti né per la vittoria né per salire comunque sul podio.

Rins si guarderà la corsa dal televisore, invece. Ora deve pensare a riposare e sperare che il suo polso migliori in maniera netta in vista del weekend nei Paesi Bassi. Come nel caso di Mir, anche lui ha un futuro in MotoGP ancora da definire.