MotoGP, Nakagami torna a parlare: ecco cosa ha detto a Bagnaia e Rins

Arrivano le scuse di Nakagami a Bagnaia e Rins dopo l’incidente avvenuto al via della gara MotoGP a Montmelò: non poteva fare diversamente.

Il protagonista in negativo del Gran Premio della Catalogna 2022 MotoGP è stato senza dubbio Takaaki Nakagami. Davvero grave l’errore che ha commesso alla staccata di curva 1, danneggiando anche due colleghi.

Takaaki Nakagami
Takaaki Nakagami (Ansa Foto)

Il pilota giapponese è arrivato troppo forte e non è riuscito a controllare la sua moto al momento della frenata, è scivolato con la testa ha colpito la gomma posteriore della Ducati di Francesco Bagnaia. Nella carambola è stato coinvolto anche Alex Rins.

Se l’italiano non ha avuto conseguenze fisiche, invece il pilota della Suzuki ha rimediato la frattura del polso destro e ha dovuto saltare la giornata di test programmata proprio a Montmelò. Per quanto riguarda il rider del team LCR Honda, nessun infortunio grave, solo delle piccole contusioni. Gli è andata decisamente bene.

MotoGP, Nakagami fa mea colpa: si scusa con Bagnaia e Rins

Nakagami non è stato fortunato solo a non farsi male seriamente, ma anche a non essere sanzionato dallo Stewards Panel della MotoGP. A sorpresa, i commissari hanno valutato l’episodio come incidente di gara e non come atto di guida irresponsabile, non comminandogli alcuna penalità per il prossimo gran premio in Germania.

Questa decisione ha scatenato tante critiche, con Ducati e Suzuki che si sono subito mosse per presentare reclamo. Lo stesso Lucio Cecchinello, capo del team LCR Honda, ha dichiarato che avrebbe capito e accettato una sanzione al suo pilota.

Nakagami intanto ha parlato per la prima volta dall’incidente e ha fatto mea culpa per quanto successo domenica a Montmelò: “Innanzitutto voglio scusarmi con Rins e Bagnaia per l’incidente. È stata tutta colpa mia. Auguro una rapida guarigione ad Alex e che possa essere in buona forma per il GP in Germania”.

Giustamente si è assunto le sue responsabilità, non poteva fare altro. Ha sbagliato lui e la colpa è solo sua per aver esagerato in momento nel quale non serviva farlo e per aver rovinato la gara di due colleghi.

Il pilota giapponese ha fatto anche chiarezza sulle sue condizioni fisiche, confermando di non avere problemi particolari: “Sono fortunato a non avere infortuni gravi. Ho passato la notta in terapia intensiva, in osservazione, ma sto bene. Voglio essere pronto per il Sachsenring”.

Certamente è una bella notizia che stia bene e non abbia subito conseguenze gravi nella brutta caduta a Montmelò, ma è importante che l’episodio gli serva la lezione per il futuro. Con tanti anni di gare alle spalle non può permettersi sbagli del genere. Oltre a creare problemi per sé stesso ne può creare pure agli altri.