Bagnaia, avvertimento al compagno di squadra del futuro: parole dure

Pecco Bagnaia ha commentato il venerdì di prove libere del Sachsenring, parlando però anche di ciò che accadrà il prossimo anno.

Il venerdì di prove libere del Gran Premio di Germania ha visto le Ducati dominare la scena, con Pecco Bagnaia che ha preceduto Luca Marini e Jack Miller. Il rider torinese, secondo al mattino, ha siglato anche il nuovo record della pista, girando in 1’20”018. Una prestazione monstre quella del vice-campione del mondo della MotoGP, che si candida al ruolo di grande favorito per riscattare lo sfortunato ritiro di Barcellona.

Bagnaia (ANSA)
Bagnaia (ANSA)

Bagnaia sa che la rimonta iridata su Fabio Quartararo è quasi impossibile, ma la Ducati ha a disposizione una moto quasi perfetta, che lo assisterà fino in fondo, ma la rimonta dovrà partire sin da qui al Sachsenring. Il francese è apparso in netta difficoltà, ma le cose potranno cambiare nelle prossime ore.

Bagnaia, avvertimento al prossimo compagno di squadra

La notizia di questa settimana è il passaggio di Jack Miller alla KTM, con Pecco Bagnaia che avrà dunque un nuovo compagno di squadra in Ducati. Tra i due c’è sempre stato un rapporto eccellente, ed è normale che il rider torinese saluto con un minimo di delusione la decisione dell’australiano.

Nelle interviste post-libere operate da “SKY Sport MotoGP“, il vice-campione del mondo non ha nascosto la soddisfazione per le prestazioni odierne, ma si è anche espresso su quello che sarà il futuro della Ducati. Il piemontese ha usato parole anche piuttosto dure, a cui non ci aveva abituato.

L’1’19”? Ci proveremo domani, ma per il momento va benissimo così, soprattutto considerando quanto fossi in difficoltà lo scorso anno al venerdì su questa pista. Ero addirittura ultimo se non ricordo male, è stata una buonissima giornata sin da questa mattina quando ho iniziato a spingere. Oggi è una di quelle situazioni nella quale non voglio toccare e modificare nulla sulla moto perché ha funzionato tutto alla perfezione“.

Ora ci dobbiamo concentrare sulle gomme, che su questa pista sono un aspetto fondamentale. Sia la media che la dura vanno bene ma hanno dei pro e dei contro, sia davanti che dietro, non sarà facile la scelta. Con il caldo in questo pomeriggio ci siamo trovati davvero bene e questo mi fa ben sperare per domani, visto che le temperature dovrebbero ulteriormente andare ad alzarsi“.

Il caldo ci aiuterà molto per domani, così come quello che abbiamo imparato oggi in pista. La percorrenza è migliorata? Il lavoro su questo punto di vista è iniziato già lo scorso anno, facevamo fatica perché non riuscivamo a sfruttare bene una certa fase della guida. Io e Jack siamo arrivati proprio nel 2021 e noi ci troviamo bene in percorrenza, abbiamo iniziato a spostare questa linea di guida base da una moto che non girava a farla diventare una molto agile“.

Siamo riusciti ad arrivare ad una moto che ha perso top speed ma che ha una grandissima guidabilità. Oggi si sono visti benissimo i risultati, abbiamo tante Ducati davanti ed io mi sono trovato subito bene, qui dove faticavamo molto in passato. Il rapporto con Jack? Siamo riusciti ad invertire questa cosa dell’essere nemici nello stesso box, è un discorso stupido“.

Dobbiamo e vogliamo approfittare della possibilità di aiutarci, sfruttiamo i dati l’uno dell’altro. Il rapporto ci aiuta molto, proprio per questo mi sarebbe piaciuto continuare con lui. Stiamo progredendo insieme, anche se io generalmente ho sempre buoni rapporti con il mio compagno di squadra“.

Bagnaia ha concluso facendo un avvertimento piuttosto inequivocabile: “Spero che, chiunque venga non inizi a fare casino, il nostro lavoro sta andando bene proprio per le metodologie che abbiamo, quindi chiunque sarà dovrà capire bene le nostre metodologie e ciò che facciamo in Ducati. Mi sono sempre trovato bene anche con altri piloti, non ho mai avuto attriti con i compagni di squadra, anche con Romano con il quale ebbi un approccio non facile. Credo sia giusto così, abbiamo bisogno di serenità“.