Max Verstappen cerca rivincita a Baku: sentite cosa si è messo in testa

Verstappen è molto motivato per il GP in Azerbaigian: ha le idee chiare sul suo obiettivo del weekend. Cerca anche delle rivincite.

Il Gran Premio di Monaco si era messo male dopo le qualifiche e la partenza, ma Max Verstappen ha poi lasciato il Principato con un vantaggio aumentato su Charles Leclerc. Adesso arriva a Baku con 9 punti di margine sul suo principale avversario.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

Il campione in carica della F1 in Azerbaigian punta ad arrivare ancora davanti al pilota della Ferrari, certamente molto desideroso di riscatto dopo aver perso per colpa del team una vittoria che sembrava già sua. Dovremmo vedere una bella lotta tra loro due, ma attenzione anche ai rispettivi compagni di squadra e un’eventuale sorpresa Mercedes.

Sergio Perez è a soli 15 punti dall’olandese, dunque può legittimamente ambire a battagliare per il titolo mondiale. Carlos Sainz, invece, è abbastanza più distante dalla vetta ma conta di essere protagonista per dimostrare che la scuderia di Maranello non ha sbagliato a rinnovargli il contratto. Sarà lotta accesa in questo fine settimana.

F1 GP Azerbaigian, Verstappen ha le idee chiare per Baku

La pista cittadina azera potrebbe favorire la Red Bull, dato che c’è un lunghissimo rettilineo sul quale la RB18 può guadagnare sulla concorrenza grazie al performante motore Honda. Tuttavia, il campionato 2022 insegna che fare pronostici è difficile e che possono essere ribaltati da episodi imprevedibili.

Verstappen ha certamente l’obiettivo di aumentare il suo vantaggio nella classifica generale e farà di tutto per vincere. Non è mai riuscito a trionfare a Baku, dove un anno fa fu costretto al ritiro mentre guidava la gara in solitaria. Un problema a una gomma gli fece dire addio a 25 punti certi.

Il pilota olandese è molto motivato a prendersi una rivincita in questo fine settimana: “Non vedo l’ora di correre a Baku, ho un conto da regolare. C’è un tracciato insidioso e che richiede molto feeling in frenata, spesso possono capitare errori. Serve trovare il giusto compromesso per avere velocità in rettilineo e anche carico aerodinamico nei punti lenti”.

Max ha anche indicato un aspetto nel quale lui e la Red Bull devono fare un passo avanti rispetto alla Ferrari: “Dobbiamo migliorare sul giro veloce nelle qualifiche”. Effettivamente, sul time-attack è stato Leclerc finora il migliore. Ma Verstappen in Azerbaigian darà il 100% per prendersi la pole position e poi anche la vittoria in gara. Entrambi i piloti affrontano questo il GP con enorme carica.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il figlio d’arte non è mai salito sul podio a Baku, dove ha fatto registrare tre ritiri in cinque partecipazioni. Il suo miglior risultato lì è il quarto posto del 2019. L’anno prima molti ricorderanno quando ci fu l’acceso duello interno in casa Red Bull tra lui e Daniel Ricciardo, che finì per tamponarlo ed entrambi si ritirarono. Nel 2022 Max sogna un epilogo completamente diverso.