Russell sprona la Mercedes: lanciata la sfida a Verstappen e Leclerc

Russell ha grandi ambizioni, lo conferma in vista del GP a Baku: il pilota Mercedes vuole trascinare il team a migliorare per il futuro.

Tra le sorprese positive dell’inizio del campionato 2022 di F1 c’è sicuramente George Russell. Che avesse talento era cosa nota, però esprimersi su ottimi livelli anche in una scuderia come la Mercedes non è facile. Le pressioni e gli obiettivi cambiano.

George Russell (Ansa Foto)
George Russell (Ansa Foto)

L’inglese aveva già corso una gara e fatto molto bene con la Mercedes nel Gran Premio di Sakhir 2020, dove perse la vittoria solo per sfortuna. Ma quella prestazione poteva essere solamente un fuoco di paglia, invece lui ha dimostrato di meritarsi il sedile che per tanti anni è stato di Valtteri Bottas.

Il fatto di condividere il box con un sette volte campione del mondo come Lewis Hamilton non lo ha messo in soggezione. Si è concentrato sul suo lavoro e finora ha ottenuto il massimo in tutte le gare. Ha avuto una costanza stupefacente, chiudendo tutti i gran premi in top 5. In classifica è quarto precedendo sia lo stesso Hamilton che Carlos Sainz della Ferrari.

F1, Russell carica la Mercedes: l’obiettivo è vincere

Intervistato dal sito ufficiale della Formula 1, l’ex driver della Williams si è così espresso sull’inizio del campionato 2022: “Se mi avessero detto che dopo sette gare non avrei vinto, sarei stato certamente un po’ deluso. Comunque, considerando la velocità della macchina, sono abbastanza soddisfatto di me stesso. Ho ottenuto il massimo come risultati. Non vedo GP nei quali avrei potuto fare di più”.

Russell ha ragione nel dire di aver conquistato i migliori piazzamenti possibili nei primi sette gran premi del calendario, però non si accontenta e dichiara di voler puntare a vincere: “Abbiamo margine di miglioramento e dobbiamo continuare a spingere. Io voglio lottare per questo campionato. Dobbiamo confrontarci con Verstappen e Leclerc”.

Il pilota inglese non nasconde le sue ambizioni, mira in alto e non si arrende al fatto che in classifica abbia 41 punti di distacco da Max Verstappen. Il campionato di F1 è lungo e lui vuole credere di potercela fare a recuperare, è una cosa che gli dà stimoli a lavorare intensamente per progredire al volante della sua W13.

Chiaramente la Mercedes dovrà fare la propria parte migliorando la monoposto. In questo fine settimana si corre a Baku e sarà interessante vedere se i progressi intravisti a Barcellona saranno confermati. Russell spera di tornare a salire sul podio, confermando la sua costanza di risultati di questa prima parte di Mondiale 2022.