MotoGP Catalogna, Warm-up: Vinales comanda, sorpresa Bastianini

Si è concluso il Warm-up della MotoGP a Barcellona, con il miglior tempo ottenuto da Maverick Vinales con l’Aprilia, segue Bastianini.

Il Warm-up della MotoGP in quel di Barcellona si è chiuso nel segno dell’Aprilia, ma questa volta è Maverick Vinales a dettare legge: lo spagnolo ha girato in 1’40”135, portandosi davanti alle due Ducati del Gresini Racing con Enea Bastianini e Fabio Di Giannantonio. Molto positivo il passo del rider riminese, ma va detto che anche il compagno di squadra pare essersi sbloccato dopo la pole position del Mugello.

MotoGP Maverick Vinales (ANSA)
MotoGP Maverick Vinales (ANSA)

Il quarto tempo è andato alla Suzuki di Alex Rins, seguito da Aleix Espargaró che oggi pomeriggio partirà dalla pole position. Lo spagnolo è stato protagonista anche di una caduta senza conseguenze, avvenuta a poco più di un minuto dalla bandiera a scacchi, in un turno in cui ha comunque confermato di esserci a livello di passo.

Sesto Brad Binder con la KTM, e per la casa austriaca il Warm-up è stato molto positivo considerando l’ottava piazza di Miguel Oliveira. Tra i due c’è l’altra Suzuki di Joan Mir, sempre alle spalle del compagno di squadra. Il campione del mondo della MotoGP 2020 non si adatta a questa moto, così come Franco Morbidelli sulla Yamaha, che ha però concluso un’ottima sessione in nona posizione.

Forse per la prima volta in stagione, il rider capitolino ha fatto meglio di Fabio Quartararo, che chiuso tredicesimo, dietro anche ad Alex Marquez e Johann Zarco. Stupisce Andrea Dovizioso, che ha concluso la top ten avvicinandosi finalmente ai primi. C’è da dire che all’appello sono mancate le Ducati ufficiali, che hanno compiuto un lavoro del tutto diverso. Pecco Bagnaia è ventesimo davanti a Jack Miller, ma il vice-campione non ha mai tentato di spingere, dimostrandosi sicuro dei suoi mezzi.

MotoGP, cade Aleix Espargaró

La MotoGP ha scaldato i motori in vista del Gran Premio della Catalogna. La nona tappa della stagione targata 2022 si disputerà sotto un sole cocente, che ha già messo a dura prova la tenuta di moto e piloti nella giornata di ieri. Nelle prime battute del Warm-up è subito molto competitiva l’Aprilia, con Maverick Vinales davanti a tutti.

La casa di noale partirà davanti a tutti con Aleix Espargaró, che ovviamente rientra tra coloro che scatterà con i galloni di favorito. Molto bene anche Enea Bastianini, che evidenza un passo gara eccellente e che sin qui non si era visto in questo fine settimana. Molto difficile la qualifica del rider riminese, nettamente alle spalle di Fabio Di Giannantonio ed addirittura fuori in Q1.

Caduta per Michele Pirro a pochi minuti dalla bandiera a scacchi. L’italiano disputa la sua seconda corsa consecutiva con la Ducati griffata dalla livrea Aruba.it, gareggiando come Wild Card. Il passo è molto buono anche per la Suzuki di Alex Rins, nella speranza che oggi si possa riscattare una stagione sin qui deludente.

Restano nelle retrovie Fabio Quartararo e le Ducati. Il campione del mondo della MotoGP occupa la decima posizione, mentre Pecco Bagnaia è ben più indietro. Il vice-iridato sarà al via dalla seconda casella, dietro ad Aleix e davanti al francese, che anche ieri ha piazzato un vero e proprio miracolo ottenendo la terza piazza in qualifica.

Aprilia e Ducati hanno una marcia in più in questo momento, ma c’è da dire che “El Diablo” sta facendo davvero il fenomeno con quello che ha a disposizione, ed è ormai in testa al campionato da quasi due mesi. La pista di Barcellona sta continuando ad esaltare le sue qualità di guida, nella speranza di poter tentare il colpaccio nel pomeriggio.

Ad un minuto dal termine cade Aleix Espargaró alla Curva 5. Per fortuna non ci sono conseguenze per il poleman, che è arrivato lungo perdendo l’anteriore.  Negli ultimi istanti la classifica non cambia, con l’Aprilia che si conferma davanti con Vinales. Seguono Bastianini e Fabio Di Giannantonio. Alle 14 la partenza della gara.