Bagnaia sfida Espargarò e Quartararo: sa come vincere al Montmelò

Bagnaia sa chi sono i suoi rivali principali nella gara MotoGP in Catalogna: indica anche quale sarà l’aspetto fondamentale per riuscire a vincere.

Solo 31 i millesimi di distanza tra il poleman Aleix Espargarò e Francesco Bagnaia, che ha dato tutto nel suo ultimo time attack ma non è riuscito a prendersi la pole position a Montmelò. Comunque ha il potenziale per giocarsi la vittoria.

Francesco Bagnaia (Ansa Foto)
Francesco Bagnaia (Ansa Foto)

Il pilota Ducati ha mostrato di avere il passo per conquistare un grande risultato nella gara di domani, che sarà sicuramente molto calda e nella quale sarà fondamentale gestire bene le gomme. Quest’ultimo aspetto sarà cruciale sul circuito catalano e infatti Pecco ha provato molto con gomme usate nelle prove libere.

Dopo la vittoria conquistata nel Gran Premio d’Italia al Mugello, il piemontese ha grande voglia di risalire sul podio anche in Spagna. E se riuscisse ad arrivare davanti a Quartararo ed Espargarò, ora primo e secondo della classifica generale, sarebbe l’idea per la sua corsa al titolo MotoGP.

MotoGP Catalogna, i commenti di Bagnaia dopo le Qualifiche

Bagnaia al termine delle Qualifiche MotoGP disputate oggi a Montmelò si è così espresso: “Penso che a nessuno dei primi tre sia venuto il giro perfetto. Comunque più di così non sarei riuscito a fare oggi. Sono contento per come è andata la qualifica, ma soprattutto per il lavoro che stiamo facendo. Stiamo riuscendo a trasformare quella di Montmelò in una pista amica in termini di prestazione”.

Gli viene chiesto un commento su Aleix Espargarò, che si sta rivelando fortissimo con l’Aprilia nel suo gran premio di casa: “È andato molto forte, però è difficile da capire. Con le gomme nuove è sempre riuscito ad andare fortissimo, sul passo gara ha girato poco più veloce di me. Sul giro secco, invece, sfrutta meglio la gomma”.

Il pilota Ducati è soddisfatto del lavoro svolto durante il fine settimana e spiega che si è particolarmente concentrato sul passo, riuscendo ad arrivare a tempi molto buoni: “Nel weekend stiamo facendo un lavoro diverso, in FP4 abbiamo usato un pneumatico usato. Con quella dietro ho fatto 29 giri totali, il passo era abbastanza costante e non lontanissimo da quello che stava facendo Aleix. In termini di ritmo siamo migliorati tanto soprattutto in FP4, grazie a una piccola modifica alla moto. ”.

Pecco non ha dubbi su chi saranno i suoi rivali in gara e quale sarà la chiave per finire davanti al traguardo: “Con Aleix e Fabio siamo i tre con un po’ più di passo. Sarà fondamentale capire il grip della pista per non usare troppo le gomme”.

Gli viene chiesto quanto sia cambiata la MotoGP rispetto al passato, visto che adesso ci sono più case e più piloti che vanno forte. Questa la risposta di Bagnaia: “Sono cambiate molto le cose. Ora tutte le moto sono velocissime, anche i team clienti possono vincere. I piloti sono quasi tutti campioni del mondo o comunque hanno vinto gare in MotoGP. C’è differenza rispetto al passato, questo è certamente uno degli anni più difficili”.