Max Verstappen ha deciso il suo futuro dopo Red Bull: ecco dove andrà

Cosa farà Max Verstappen dopo aver esaurito il suo contratto (2028)? Forse si ritirerà. Ecco cosa ha rivelato il pilota.

Nello sport, il mercato è perennemente in evoluzione. Anche durante la stagione ci sono accordi, ripensamenti, offerte e tutto quanto possa muovere le pedine per la stagione successiva. C’è un solo modo per fermare tutto questo ed è quello che ha trovato la Red Bull per tenere a bada, Max Verstappen: un lungo contratto e tanti soldi. Ma come il mercato, anche i media non sono mai fermi e così, spesso chiedono al campione del mondo del suo futuro.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

Paradossale, visto che il contratto attuale del ventiquattrenne scade solo nel 2028 e non solo che Max avrà 31 anni, ma che saranno cambiate talmente tante cose in F1 che per ora è impossibile fare previsioni. Ad oggi, la scuderia dei tori, riesce a giocarsela con la Ferrari, anche se papà Jos ha fatto capire di essere infuriato con la scuderia, ma tra qualche anno, la stessa Red Bull potrebbe non essere più competitiva, o chissà, Max potrebbe volere nuovi stimoli. Per ora però, sembra che il pilota non veda un futuro al di fuori del suo team.

Max Verstappen: amore eterno alla Red Bull?

Quasi non si riesce a star concentrati sulle gare da affrontare ogni settimana, perché quando sei uno dei migliori piloti in circolazione, forse quello più bravo in assoluto, ci sarà sempre chi ti chiederà qualcosa, anche di un contratto in scadenza tra sei anni. Ma d’altra parte è anche un po’ così che si fanno gli scoop. Ad esempio, trattando lo stesso argomento, pochi giorni fa l’olandese non ha escluso un suo approdo in Ferrari.

Stavolta però, per rispondere alle domande del Daily Mail, lo stesso pilota classe ’97 non ha escluso un’altra ipotesi. Forse anche per zittire un po’ chi gli chiede sempre le stesse cose, l’olandese ha affermato: “Il piano è di rimanere in Formula 1 fino al 2028. Non ho intenzione di cambiare squadra. Sono felice in Red Bull e loro sono contenti di me. Ma non ho ancora deciso cosa farò dopo il 2028. Forse mi fermerò“. Non lo farà.

Probabile che quell’affermazione derivi dal fatto che Verstappen non si vede con un’altra tuta addosso, lui che è arrivato quasi ragazzino a gareggiare con la Toro Rosso e subito passato in “prima squadra” con Red Bull nel 2016. Ma è anche una questione di stimoli che tiene in piedi la voglia di un pilota, di rischiare la vita ogni domenica. Ed infatti, Max che è stato abbastanza precoce in carriera, ammette anche: “Sono in Formula 1 da quando avevo diciassette anni. È molto tempo e ho avuto molte stagioni in Formula 1. A 31 anni, non so se avrò raggiunto il mio picco o se avrò iniziato a fare peggio“. Chissà se sarà vinto dalla voglia di lasciare da vincente, ma come dicevamo, c’è ancora tanto tempo per pensarci.