Rischia di distruggere una Lamborghini: guardate com’è finita (VIDEO)

Una Lamborghini è un mezzo di altissimo livello, che va però maneggiato con cura. Ecco cosa si rischia quando non si è esperti.

Tutti gli appassionati di motori avranno sognato di guidare una Lamborghini, per almeno una volta nella loro vita. La casa di Sant’Agata Bolognese progetta modelli spettacolari da decenni, mezzi che sono entrati direttamente nella storia e nell’immaginario collettivo. Ricorderete tutti le meravigliose Miura, Countach, sino alle più recenti Gallardo, Murcielago ed Huracan.

Lamborghini (AdobeStock)
Lamborghini (AdobeStock)

Tuttavia, anche marchi del genere saranno costretti a piegarsi alle nuove regole di mercato: la casa emiliana è infatti pronta per un cambiamento radicale nel proprio futuro. Il 2022 sarà l’ultimo anno nel quale la casa italiana immetterà sul mercato veicoli a motorizzazione esclusivamente endotermica. In seguito, si passerà al plug-in ibrido, imboccando la direzione più ecologica su cui sta puntando tutto il mondo dell’automotive.

Una buona notizia deriva però dai propulsori che verranno sfruttati: l’obiettivo è quello di avvicinarsi via via all’elettrificazine nei prossimi anni per la gamma della Lamborghini, ma non si punterà sui motori V6 ibridi come, invece, hanno fatto altre case automobilistiche, facendo capire che ci sarà ancora spazio per i propulsori V10 e V12.

Per quanto riguarda quelli che saranno i modelli del futuro, si inizierà con un’Aventador dotata di un powertrain Plug-in che verrà immessa nel mercato già dal 2023. L’anno successivo sarà il momento della variante PHEV del SUV Urus. Nel 2025, invece, sarà lanciata la Huracan ibrida.

La Lambo sta lavorando molto nella direzione dell’elettrificazione, ma il primo modello “full electric” non è esattamente dietro l’angolo. Secondo l’amministratore delegato, Stephan Winkelmann, non ne uscirà una prima del 2028. Per gli appassionati ed i puristi del vero sound dei motori, si tratta di una buona notizia, ma va detto che, prima o poi, il cambiamento dovrà avvenire, su questo non ci sono dubbi. Il futuro sarà diverso da quello a cui eravamo abituati, e non possiamo che accettare ciò che avverrà.

Lamborghini, incidente clamoroso sfiorato a Miami

In Italia, non siamo molto abituati ad ammirare auto di lusso in giro per le nostre strade, nonostante il fatto che Lamborghini, Ferrari e Maserati siano marchi legati indissolubilmente al nostro paese. Tuttavia, è molto più facile vederle sfrecciare in città come Dubai, Monte-Carlo, Las Vegas o Miami, ovvero lo scenario di ciò che andremo a raccontarvi oggi.

La protagonista è una Lamborghini Huracan Performante Spyder, un vero e proprio gioiello di tecnologia. Su questa vettura si è deciso di abbassare il tettuccio e di trasformarsi nella Spyder dalle prestazioni più elevate che la famiglia Huracán abbia mai visto. Il design è studiato per emozionare al primo sguardo e regala anche delle performance eccezionali.

La Huracan Performante Spyder ha infatti il miglior rapporto peso/potenza per le Huracn range Spyder, grazie al peso ridotto di 35 kg e a 30 cavalli in più rispetto alla Huracan 4WD Spyder. Utilizza il materiale Forged Composites® e il nuovo sistema A.L.A. (Aerodinamica Lamborghini Attiva).

Stiamo parlando, dunque, di un gioello con ben pochi eguali, di un’opera d’arte da maneggiare con cura, ed è proprio ciò che non è accaduto in quel di Miami, dove due settimane fa si è disputato, fra l’altro, il primo Gran Premio di F1 nella storia di questa città della Florida.

La pagina InstagramSupercar Fails” ha infatti caricato un video, che alleghiamo in basso, in cui il proprietario della Lambo esagera con il gas in uscita da una curva verso sinistra, perdendo il controllo del mezzo e finendo in testacoda. Per sua fortuna, il conducente è riuscito ad evitare l’uscita di strada, senza fare neanche un graffio al proprio veicolo. Un grande spavento, ma che per fortuna si è risolto in un nulla di fatto. Almeno per stavolta.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Supercar Fails (@supercar.fails)