Leclerc, c’è un grande problema sulla Ferrari: sogni in fumo?

Charles Leclerc ha concluso davanti a tutti il venerdì di Barcellona, ma gli altri non sono lontani. Ecco le sue parole a fine giornata.

Il venerdì del Gran Premio di Spagna è iniziato nel segno della Ferrari e di Charles Leclerc, che ha ottenuto il miglior tempo girando in 1’19”670. Tuttavia, i segnali non sono stati del tutto positivi, visto che il passo gara è stato piuttosto lento, addirittura inferiore a quello della Mercedes.

Leclerc (LaPresse)
Leclerc (LaPresse)

Sul fronte della prestazione pura, il Cavallino è apparso in gran forma e potrà giocarsi la pole position, ma il degrado delle gomme è stato piuttosto preoccupante. Il leader del mondiale ha iniziato la propria simulazione con gomma Media, mentre Carlos Sainz lo ha fatto con la Soft.

Nei primi passaggi, le due Ferrari sono state competitive, ai livelli della Red Bull di Max Verstappen. Poco dopo però, i tempi di Leclerc e del compagno di squadra sono saliti vertigininosamente, sino a perdere oltre un secondo al giro. A dieci minuti dalla bandiera a scacchi, il monegasco si è aperto via radio, pronunciando una frase inquietante per tutti i tifosi: “Le gomme stanno andando in pezzi“.

Ciò che si è visto oggi ha ricordato un fatto che colpì la Mercedes proprio qui a Barcellona nel 2013. Le frecce d’argento, all’epoca con Nico Rosberg e Lewis Hamilton, dominarono le qualifiche, per poi terminare addirittura doppiate con una valanga di pit-stop effettuati a causa del degrado gomme.

Segnali davvero poco incoraggianti quelli provenienti da Barcellona, considerando anche che in casa Ferrari oggi sono stati portati tanto aggiornamenti tecnici. Evidentemente, e come si temeva, ciò che è stato portato in Spagna non ha affatto funzionato, e questo fine settimana potrebbe addirittura segnare il mondiale.

La Red Bull è invece apparsa su un altro pianeta con Max Verstappen, nettamente il più veloce in termini di long run. L’olandese è stato un missile, e coloro che si sono maggiormente avvicinati a loro sono stati i due della Mercedes. I tecnici dovranno analizzare bene i dati e cercare di correggere quanto visto nella notte, perché il rischio è quello di vedere una vera e propria imbarcata.

Leclerc, ecco il suo commento dopo le libere

Charles Leclerc è stato il più veloce nel venerdì odierno, precedendo le Mercedes di George Russell e Lewis Hamilton. La crisi sul passo gara della Ferrari è però la notizia del giorno, e visti i riscontri non si può di certo stare tranquilli in vista della gara di domenica.

Il britannico ex Williams si è addirittura fatto vedere dalla Rossa, che sino a Miami aveva un vantaggio enorme sulle frecce d’argento. In Spagna, su una pista Ferrari, sembra essere davvero cambiato tutto, con la Red Bull e Max Verstappen che sono ora i grandi favoriti.

Al termine del venerdì, Leclerc ha parlato alla stampa, raccontando le sue sensazioni: “I nostri giri in configurazione da qualifica non sono stati male, ma abbiamo ancora parecchio lavoro da fare soprattutto sulla gestione delle gomme e sul passo gara. Nel long run siamo andati meglio con la mescola Soft rispetto alla Medium, ma questa sera analizzeremo tutti i dati raccolti, che sono molto più significativi di quelli che avevamo dai test invernali, così da individuare i margini di miglioramento che esistono per noi su questa pista“.

Un vero e proprio disastro per il Cavallino, che dovrà cercare di recuperare oggi il terreno perduto. Le ultime prove libre saranno fondamentali per deliberare l’assetto definitivo e sistemare i problemi del venerdì. Il tempo per recuperare c’è tutto, ma gli avversari non aspettano di certo. Il primo obiettivo è quello di stare davanti in qualifica, per poi inventarsi qualcosa in gara.