MotoGP, Yamaha in crisi: la spiegazione di Franco Morbidelli è clamorosa

Franco Morbidelli continua a lamentare grosse difficoltà con la Yamaha M1. Ma al momento dalla Casa di Iwata non arriveranno grandi novità.

Ancora una volta a Le Mans è Fabio Quartararo l’unico pilota della Yamaha a posizionarsi nelle zone di vertice, con un 4° posto e un distacco di 4 secondi dal vincitore. Nel week-end francese è Franco Morbidelli il secondo miglior pilota del marchio, con un 15° posto e un distacco di 29 secondi dal vincitore Enea Bastianini. L’italo-brasiliano del team Yamaha factory non riesce a trovare il giusto modo di guidare questa moto 2022 e fatica a compiere un buon giro secco.

Franco Morbidelli (foto Ansa)
Franco Morbidelli (foto Ansa)

Alla pari di Andrea Dovizioso lamenta una moto dalla guida troppo estrema e che solo Quartararo riesce a mettere a segno. “E’ stata una gara complicata perché sono rimasto bloccato nel traffico”, ha raccontato Franco Morbidelli al termine del GP di Le Mans. “E’ stato difficile affrontare gli altri ragazzi, non avevo il feeling perfetto con l’avantreno. Non potevo fare molto”. Ha provato ad apportare modifiche al setting, a migliorare le sensazioni con gomme usate durante il warm-up, ma non è bastato per migliorare il ritmo gara.

Morbidelli e il gap da Quartararo

In realtà servirebbero modifiche più sostanziali per Franco Morbidelli, ma è consapevole che l’attenzione della Casa di Iwata in questo momento sarà incentrata soprattutto sulle richieste di Fabio Quartararo, campione in carica e leader del campionato, unico pilota del marchio a poter ambire al titolo iridato 2022. “Non sono nella posizione di chiedere nulla alla Yamaha. Posso solo chiedere un aiuto in più per l’impostazione della moto, ma già mi stanno aiutando”, ha ammesso il pilota della VR46 Riders Academy.

Prima di poter chiedere certe modifiche dovrà raggiungere il livello di Fabio Quartararo con il materiale a disposizione. “Quando sarò al livello di Fabio magari potrò chiedere qualcosa”. Dal canto suo il campione di Nizza da mesi richiede più potenza per la sua M1, ma ora che i motori sono congelati sarà difficile esaudire le sue necessità. Prossima gara al Mugello, dove Franco Morbidelli spera di regalare un’emozione ai suoi fan italiani: “Mi aspetto un bel fine settimana. Ci sarà tanta gente. Sarà bello tornare ad un Mugello più normale”.

La difficile situazione che sta attraversando ha alimentato alcune voci, rivelatesi infondate, secondo cui Franky potrebbe chiudere il contratto con Yamaha prima della naturale scadenza. “La crisi è tale che Franco Morbidelli comincia a perdere la calma quando sente i rumori del corridoio che lo hanno messo in disparte a fine anno… “Ho fiducia nella mia squadra e credo nella loro fedeltà contrattuale. Sono brave persone. Inoltre, credo che riusciremo ad ottenere risultati importanti per evitare certe situazioni”.