MotoGP, Enea Bastianini eguaglia già Valentino Rossi: il dato è sbalorditivo

Enea Bastianini sta facendo una stagione impressionante al secondo anno in MotoGP. Il riminese eguaglia un dato di Valentino Rossi.

Ciò che sta facendo Enea Bastianini in questo inizio di stagione finirà direttamente nei libri di storia della MotoGP. Il rider riminese sta portando in cielo il Gresini Racing, avendo ottenuto ben tre vittorie nei primi sette appuntamenti iridato. Tanto per dare un dato, nessun altro si è imposto in due gare, considerando che Fabio Quartararo, Miguel Oliveira, Pecco Bagnaia ed Aleix Espargaró si sono imposti solo una volta a testa.

MotoGP Enea Bastianini e Valentino Rossi
MotoGP Enea Bastianini e Valentino Rossi

La Ducati GP21 è evidentemente ancora una moto di altissimo livello, ma solo il “Bestia” riesce a farla andare come deve, visto che Fabio Di Giannantonio, che è comunque un esordiente, ha ottenuto soltanto 3 punti, contro i 94 di Bastianini. Si tratta di una differenza imbarazzante, che forse nessuno si sarebbe atteso.

Questo livello di guida di Enea ha sorpreso tutto il mondo della MotoGP, che si ritrova ora immerso in una battaglia a tre per il titolo. Quartararo comanda con 102 punti, seguito dai 98 di Aleix Espargaró e dai 94 del rider romagnolo. Il Gran Premio di Francia disputato a Le Mans ha creato una sorta di spaccatura in classifica, con Alex Rins, quarto sulla Suzuki, che è rimasto inchiodato a 69.

Con la caduta di domenica, Bagnaia ha detto forse addio al titolo per il secondo anno consecutivo, scendendo in settima posizione in graduatoria generale con 56 punti. Il rider torinese dispone ora della miglior moto, ma 48 lunghezze di ritardo dal campione del mondo in carica sono forse troppe.

Pecco ha commesso l’ennesimo errore evitabile a Le Mans, poco dopo esser stato infilato da un Bastianini che ne aveva di più. Dopo la strepitosa prestazione di Jerez de la Frontera e la pole position di sabato scorso, un secondo posto sarebbe stato un risultato da preservare, ma lo zero riportato domenica ha probabilmente messo la parola fine sulla sua stagione.

MotoGP, Enea Bastianini eguaglia Valentino Rossi

Per vedere ben tre vittorie di uno stesso pilota italiano nelle prime quattro gare stagionali della MotoGP bisogna risalire addirittura al 2009, anno in cui fu Valentino Rossi ad ottenerne così tante. Il “Dottore” si impose a Jerez, Barcellona ed Assen, per poi andare a vincere il suo nono ed ultimo titolo mondiale. Enea Bastianini, vincendo in Qatar, ad Austin ed in Francia, ha eguagliato questa statistica

Altra statistica interessante riguarda le volte in cui un rider che ha vinto tre gare nelle prime sette è poi diventato campione del mondo. Oltre al sopracitato caso di Valentino Rossi, è successo ben altre 17 volte su 18. L’unico a non avercela fatta fu proprio il pilota di Tavullia, nel lontano 2006.

All’epoca, il rider italiano veniva da ben cinque titoli mondiali consecutivi, quattro dei quali nella “nuova” MotoGP. Fu la stagione della beffa di Valencia, quando, a causa di una caduta, Valentino Rossi servì su un piatto d’argento il titolo alla Honda di Nicky Hayden, che così festeggio il suo primo ed unico alloro iridato.

Bastianini ha vinto ben tre gare in questa stagione, lo stesso numero di successi ottenuti da Jorge Lorenzo nel biennio 2017-2018, le uniche due annate in cui ha gareggiato con la Ducati. In realtà, le vittorie arrivarono soltanto nel 2018, visto che la stagione d’esordio fu un vero e proprio calvario.

Il “Bestia” ha adesso in mano il suo destino, e l’unica cosa che gli è mancata sin qui è stata la costanza. Dopo la vittoria di Losail, sono arrivati due week-end negativi a Mandalika ed a Termas de Rio Hondo, per poi tornare al successo ad Austin. Ancora una volta, un trionfo è stato seguito da due fine settimana pessimi, che hanno fatto da preludio alla vittoria di Le Mans. Con un minimo di regolarità, il mondiale non sarà un sogno.