Razali critica Dovizioso: la risposta del pilota è dura

Dovizioso non ha gradito le ultime parole di Razali: il pilota ha replicato al team principal della squadra WithU RNF.

La stagione MotoGP 2022 di Andrea Dovizioso è un autentico disastro e anche in Francia non sembrano esserci segnali di ripresa. La prima giornata di prove libere lo ha visto concludere con il ventesimo tempo assoluto, a quasi 1″4 dal leader Enea Bastianini.

Andrea Dovizioso (foto WithU RNF Team)
Andrea Dovizioso (foto WithU RNF Team)

Il pilota forlivese è lontano dall’intravedere la luce in fondo al tunnel. Il suo feeling con la Yamaha M1 non è quello che sperava e c’è tanto lavoro da fare per migliorare la situazione. Non avendo sfruttato a dovere la gomma morbida in FP2, ha il potenziale per fare meglio a Le Mans, ma sul passo rimane lo stesso distante dai migliori.

Inoltre, va segnalato che nel box il clima non è esattamente dei migliori. Se l’ex rider Ducati è insoddisfatto di come stanno andando le cose, lo è anche il team WithU RNF che si aspettava risultati di altro tipo. E non aiutano neppure le ultime dichiarazioni di Razlan Razali, che ha “accusato” Dovi di essere come Valentino Rossi nel voler fare troppo l’ingegnere invece di concentrarsi solo sul guidare.

MotoGP, Dovizioso replica a Razali dopo le critiche ricevute

Dovizioso non poteva non replicare alle dichiarazioni di Razali e lo ha fatto ai microfoni di Motorsport.com: “Non è un problema, non mi fa effetto ciò che ha detto. Non conosce ancora bene il paddock e non sa come comportarsi in certe situazioni, però è una buona persona e abbiamo un buon rapporto”.

Il pilota forlivese non se la prende troppo per le affermazioni fatte dal suo team principal, che secondo lui non ha ancora sufficiente esperienza nel Motomondiale per parlare nel modo corretto in determinate situazioni. Ribadisce che i rapporti sono buoni, anche se c’è insoddisfazione reciproca per la piega che ha preso la stagione.

Ad ogni modo, Dovizioso rimane concentrato sul cercare di migliorare la sua competitività con la Yamaha M1: “Siamo concentrati sulla tecnica e sul cercare di essere più veloci. Lui è più focalizzato sulla parte manageriale, sulla tecnica non è troppo dentro. Alla fine stiamo parlando di nulla”.

Il tre volte vice-campione del mondo MotoGP non vuole alimentare polemiche, giustamente. Ha ben altri problemi da risolvere e probabilmente avrà modo di chiarirsi con Razali in forma privata. Più avanti si parlerà anche di futuro, anche se appare scontato che il forlivese non continuerà a gareggiare con il team WithU RNF. Quest’ultimo, tra l’altro, potrebbe mollare Yamaha e firmare con Aprilia.