Bastianini spiega i guai di Jerez: ecco cosa non andava

Enea Bastianini ha staccato il miglior tempo nelle prove libere di Le Mans, venendo fuori nel finale. Ecco le sue parole dopo il venerdì.

Con gran sorpresa di tutti, Enea Bastianini è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Francia, che si disputerà domenica sul tracciato di Le Mans. Il rider riminese è stato nelle retrovie per tutta la mattinata e buona parte del turno pomeridiano, prima di scatenare al massimo i cavalli della sua Desmosedici GP21 gestita dal Gresini Racing.

Bastianini (ANSA)
Bastianini (ANSA)

Il vincitore delle tappe di Losail ed Austin ha iniziato a spingere a pochi minuti dalla bandiera a scacchi, ma i suoi primi due tentativi sono stati cancellati per eccesso di track limits. Tuttavia, il “Bestia” non si è certo perso d’animo, tornando a darci dentro come un dannato fino a far registrare un mostruoso 1’31”148, effettuato prima di cadere nel giro successivo.

Bastianini ha messo una bella ipoteca sul passaggio diretto in Q2, anche se la terza e penultima sessione di prove libere di domani ci darà un bilancio definitivo di quelli che saranno i rider che dovranno passare dalla prima fase di qualifica. L’unico ad avvicinarsi, in termini di attacco al tempo, è stato l’ottimo Aleix Espargaró, ormai praticamente abbonato alle prime posizioni.

Lo spagnolo ha girato in 1’31”350, accusando comunque due decimi esatti di ritardo dal battistrada. Enea sembra aver ritrovato un gran feeling con la sua Ducati, cosa che era andata perduta nelle ultime due tappe di Portimao e Jerez de la Frontera. La tendenza di questa prima parte di campionato sembra si stia riconfermando, visto che il #23 aveva vinto la prima tappa, faticando nelle due successive, per poi tornare a vincere ed a soffrire nuovamente nei due appuntamenti seguenti.

Se la cabala dovesse confermarsi, Enea potrebbe davvero ambire al colpaccio anche in Francia, ma non bisogna farsi illusioni. Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia hanno messo in mostra un ottimo passo, ed hanno dato l’impressione di non volersi scoprire troppo. I favoriti per la pole position restano loro, ma occhio anche a Suzuki ed Aprilia che hanno occupato le prime posizioni per tutta la prima giornata di lavoro.

Bastianini, ecco le sue parole al termine delle libere

Enea Bastianini era apparso piuttosto nervoso dopo il Gran Premio di Spagna, dove non era riuscito ad andare oltre all’ottava posizione. Il distacco in classifica da Fabio Quartararo è di 20 lunghezze, e se la Ducati del Gresini Racing dovesse riacquistare competitività, tutto sarebbe ancora molto aperto in chiave mondiale.

Al termine delle libere, il rider riminese ha raccontato le prime sensazioni di inizio week-end, commentando anche la caduta avvenuta nel finale: “Sono caduto quando avevo chiuso il giro più veloce, peccato perché sarebbe stato bello festeggiare la giornata e invece succede sempre qualcosa che ci lascia leggermente delusi“.

Bastianini ha poi tirato un sospiro di sollievo dopo le difficoltà delle ultime due gare: “Il primo settore mi viene bene, riesco a fare la curva veloce grazie ad una moto molto stabile, all’ultimo giro ho pizzicato la linea interna della Curva 3 ma sicuramente è una delle parti della pista dove lavorare meno perché mi trovo a mio agio in quella zona“.

Credo che essere lì davanti sia un gran bel sospiro di sollievo perché a Jerez non mi sono trovato bene a causa del fatto che la moto era stata modificata troppo. Qualcosa non ha funzionato, ma le moto sono così e capita che a volte non riesci proprio a capire. Importante aver ritrovato la velocità, ora puntiamo ad un buon risultato. Dobbiamo cercare di capitalizzare al massimo, mi auguro che avremo due giornate pulite tra sabato e domenica perché ne abbiamo davvero bisogno“.