F1, ve lo ricordate? Ora ricopre un importante ruolo in Russia

Sirotkin ha un passato in F1 e adesso in Russia ha assunto un nuovo ruolo che riguarda sempre l’ambito automobilistico.

Il pilota russo ad aver corso più recentemente in Formula 1 è Nikita Mazepin, che dopo il debutto nel 2021 ha perso il posto nel 2022 a causa della guerra avviata da Vladimir Putin contro l’Ucraina. Prima di lui c’era stato Sergej Sirotkin.

Sergej Sirotkin (Ansa Foto)
Sergej Sirotkin (Ansa Foto)

Il 26enne nato a Mosca aveva avuto i suoi primi approcci con la F1 nel 2014, quando la Sauber lo fece scendere in pista durante le prove libere del venerdì nel Gran Premio di Russia. Lui sperava di ottenere un sedile per l’anno successivo, ma non vi riuscì.

Nel 2016 e nel 2017 fu sotto contratto con la Renault, che a sua volta lo utilizzò solo in alcune sessioni (sei in totale) di free practice. È il 2018 l’anno in cui ha avuto la grande occasione di correre da driver titolare grazie alla Williams, ma non è riuscito a lasciare il segno.

F1, Sirotkin lavora per la Federazione automobilistica russa

Sirotkin nella sua unica stagione disputata in F1 ottenne un solo punto, grazie al decimo posto a Monza. Non era sicuramente un grande talento, però guidava la peggiore macchina della griglia e dunque non era semplice conquistare buoni risultati. Il suo compagno di squadra era Lance Stroll, che se ne assicurò quattro di punti.

Concluso il campionato con la Williams, non venne riconfermato, ma rimase comunque nell’orbita della Formula 1 come pilota di riserva della Renault. Ha disputato anche delle gare in altre competizioni, però non è più riuscito a correre nel Circus nonostante ci sperasse.

Il fatto che gli sportivi russi stiano avendo conseguenze, a causa della guerra avviata da Putin contro l’Ucraina, non gli è certo di aiuto. Ma ha trovato cosa fare. È notizia di queste ore la sua nomina come direttore esecutivo della Federazione automobilistica russa.

Sirotkin sostituisce Sergej Ivanov nel ruolo e risponderà al presidente Viktor Kiryanov, in carica dal 2003. Già il 1° maggio aveva ottenuto quella posizione, ma solo oggi è giunto l’annuncio ufficiale. La sua esperienza in un ambito come la F1 può essergli di aiuto per il lavoro che dovrà svolgere adesso.

L’ex driver della Williams ha un’accademia di kart con sede a Mosca e vuole aiutare i giovani piloti russi, anche se il contesto internazionale attuale non è dei più favorevoli. Lui stesso ne sta pagando il prezzo, dato che nel 2022 avrebbe dovuto correre in GT World Challenge Endurance Cup e poi tutto è naufragato per via del conflitto in Ucraina.