F1, si compie il destino di Nikita Mazepin: ecco la decisione finale

Nikita Mazepin dovrà dire addio al suo sedile in F1 nel 2022. La Haas ha comunicato l’interruzione del rapporto con il russo.

La Haas ha deciso: Nikita Mazepin non correrà sulla sua monoposto nel 2022. Il pilota russo paga il prezzo più alto di quanto sta accadendo tra Russia ed Ucraina, dicendo addio al suo sedile in F1 dopo un solo anno da pilota ufficiale. Il suo sostituto non è ancora stato ufficializzato, ma con ogni probabilità si tratterà di Pietro Fittipaldi.

Nikita Mazepin (Ansa Foto)
Nikita Mazepin (Ansa Foto)

Un paio di giorni fa, il team di Gunther Steiner aveva pubblicato una foto sui suoi profili social di una sua vettura impegnata sul tracciato del Bahrain. Il pilota in questione era proprio il brasiliano, che corse con la Haas le ultime due gare del 2020 al posto di Romain Grosjean, vittima di quel terribile incidente in cui la sua vettura andò a fuoco.

Con il seguente comunicato, la squadra statunitense ha annunciato la chiusura dei rapporti anche con lo sponsor Uralkali: “La Haas ha deciso di concludere con effetto immediato la partnership con lo sponsor Uralkali ed il contratto con il pilota Nikita Mazepin. Così come il resto della comunità della F1, la squadra è scioccata e rattristata dall’invasione dell’Ucraina e si augura una rapida e pacifica fine del conflitto“.

F1, esce Mazepin ed arriverà Pietro Fittipaldi

La F1 viene, dunque, colpita a sua volta da quanto sta accadendo in Ucraina. Pochi giorni fa era stata annunciata la cancellazione del Gran Premio di Russia 2022, previsto per il 25 settembre a Sochi. Si sarebbe trattato dell’ultimo evento da disputare in quella città, dal momento che il Circus si sarebbe dovuto trasferire a San Pietroburgo dal 2023.

Tuttavia, nelle ultime giornate è arrivato un ulteriore aggiornamento: la F1 ha stracciato il contratto con il promoter russo, il che significa che non ci saranno Gran Premi in Russia anche nei prossimi anni. Una decisione drastica quella del Circus, che come il resto del mondo dello sport ha preso una posizione ben chiara.

Tuttavia, dispiace che un pilota, o un atleta in generale, debbano pagare per delle colpe non loro, ritrovandosi con la carriera distrutta. All’interno della Haas c’è ora da decidere il sostituto del driver russo, che con ogni probabilità sarà il brasiliano Pietro Fittipaldi, nipote del due volte campione del mondo Emerson.

Come vi abbiamo anticipato, Pietro ha già disputato due gare nella massima serie, i GP di Sakhir ed Abu Dhabi del 2020, in sostituzione di Romain Grosjean. Il nativo di Miami aveva concluso i due appuntamenti in diciassettesima e diciannovesima posizione, pagando le non certo eccelse potenzialità della monoposto.

Nella giornata di ieri, “SKY Germany” aveva dato per certo l’approdo di Fittipaldi alla Haas al posto di Mazepin, dal momento che il giovane ha già provato la VF-22 al simulatore e conosce bene la squadra. Tuttavia, ci sarà adesso da capire anche il futuro del team, visto che Dmitry Mazepin, il padre di Nikita, era il principale finanziatore della squadra americana.

La Haas, come ricordiamo, non navigava di certo in acque serene sino allo scorso anno, ed era stata quasi costretta ad optare per un pilota pagante accettando di eliminare i molti debiti presenti. La competitività del team era crollata a tutti gli effetti nelle ultime due stagioni, divenendo fanalino di coda nel 2022.

Come già accaduto nell’ultima giornata di test a Barcellona, la monoposto avrà una livrea quasi interamente bianca, in attesa di nuovi sponsor. Una cosa simile era accaduta, in tempi recenti, solo con la Brawn GP di Jenson Button e Rubens Barrichello, rivelatasi poi velocissima ed in grado di vincere entrambi i titoli. Ovviamente, questo non è il caso della Haas, che non aveva bisogno di una situazione scomoda come questa.