Caso Suzuki, Carmelo Ezpeleta parla per la prima volta: ecco cosa accade

Il boss della Dorna parla della vicenda Suzuki e della presunta irregolarità Ducati dopo la vittoria di Jerez de la Frontera.

Carmelo Ezpeleta ha partecipato alla presentazione della Dani Rivas Cup 2022, campionato collegato al programma “Road to MotoGP” che consente ai ragazzi dai 6 ai 12 anni di entrare nel mondo delle corse a costo zero. Durante l’evento tenutosi a Madrid è stato intercettato da Nico Abad in una live chat sul suo canale Twitch in cui ha parlato per la prima volta del caso Suzuki che, durante il test Irta di Jerez de la Frontera, ha annunciato l’uscita dal Motomondiale a fine anno.

Carmelo Ezpeleta (foto Ansa)
Carmelo Ezpeleta (foto Ansa)

Sarà il team all’ordine del giorno ne week-end di Le Mans, ma il boss della Dorna Carmelo Ezpeleta ne ha parlato in anteprima chiarendo la situazione. In attesa che esca un comunicato ufficiale per fare chiarezza sulla decisione del marchio giapponese. Sicuramente non sarà un’uscita indolore per la Casa di Hamamatsu che dovrà pagare delle sanzioni, dal momento che aveva firmato un contratto che la legava fino al 2026 alla MotoGP. “Sicuramente ci sarà a breve un comunicato”, ha sottolineato il boss della Dorna.

Suzuki fuori dalla MotoGP e caso Ducati

A distanza di dieci giorni dall’annuncio ufficioso né il Consiglio di Amministrazione né lo staff del Team Suzuki ECSTAR hanno fornito informazioni sulla decisione di abbandonare il massimo campionato del mondo su due ruote. “Stiamo parlando con loro”, ha aggiunto Ezpeleta. “Non possono procedere unilateralmente, dobbiamo parlare un po’ di come fare”. Non ci sarà nessun dietrofront da parte di Suzuki che quindi dovrà assumersi le proprie responsabilità.

Le sanzioni saranno discusse direttamente con Dorna. “Non credo che ci sia una soluzione, e non ci interessa che qualcuno lo faccia a determinate condizioni. Abbiamo molte richieste e ovviamente quello che dobbiamo fare ora è farlo con calma”. Restano due posti da assegnare e Carmelo Ezpeleta vuole sondare al meglio il terreno per prendere la decisione più saggia per il campionato. Priorità ad un costruttore, ma non è da escludere che possa trovare altre soluzioni, con Leopard che spinge per entrare in classe regina.

Inoltre il CEO della Dorna ha parlato della presunta irregolarità della Ducati dopo la vittoria di Pecco Bagnaia a Jerez. Nessuna violazione dei regolamenti, precisa Ezpeleta, dato che fra i costruttori c’è un intesa di massima in attesa di regole più precise sulla rilevazione della pressione degli pneumatici. “Questa è una sciocchezza”, ha sintetizzato senza dare ulteriore adito all’articolista che ha avanzato la falsa irregolarità.