Mercedes, splendida iniziativa sulla W13: ecco cosa faranno (FOTO)

La Mercedes arriva a Miami con diverse novità tecniche. Il team di Brackley lavora anche per il sociale con una bella idea.

Un inizio di stagione difficilissimo ha visto protagonista la Mercedes, che si ritrova a rincorrere molto da lontano le prime due forze in campo, vale a dire la Red Bull e la Ferrari. La F1 W13, che avrebbe dovuto sbaragliare la concorrenza, è in realtà una monoposto molto difficile da mettere a punto, con tante problematiche che ne hanno condizionato le prestazioni.

Mercedes F1 W13 (ANSA)
Mercedes F1 W13 (ANSA)

In quattro gare, sono arrivati solo due podi, con Lewis Hamilton terzo in Bahrain e George Russell che ha eguagliato il risultato del compagno di squadra in Australia. Tuttavia, il passo per chiudere tra i primi tre non c’è mai stato, ed i due podi conquistati sono stati frutto di problematiche che hanno colpito le Red Bull più che per meriti del team di Brackley.

A Miami, la Mercedes si è presentata con alcune novità tecniche, nella speranza di tornare almeno ad occupare lo status di terza forza, perso ad Imola a vantaggio della McLaren, ma anche l’Alfa Romeo Racing è apparsa molto vicina, con Valtteri Bottas che ha insidiato il quarto posto di Russell sino agli ultimi passaggi.

Dalle prime foto che emergono dalla pit-lane si vede una nuova ala anteriore, più scarica e maggiormente adatta alla pista situata nella città della Florida. Il flap superiore è stato modificato per eliminare al massimo il drag, nella consapevolezza che su questo tracciato è presente un rettilineo di quasi un chilometro e mezzo, dove occorre la massima velocità.

Il bordo d’uscita è stato risagomato, come si può ben vedere dalla foto postata in basso, con un andamento a zig-zag che serve per incanalare al meglio l’aria. Stando alle indiscrezioni, il team di Brackley dovrebbe aver messo a punto una F1 W13 più leggera di circa 3 kg rispetto a quella che ha corso nelle prime quattro gare, un lavoro simile a quello fatto dalla Red Bull.

Mercedes, l’ala posteriore andrà all’asta

La Mercedes ha stupito anche per la particolare livrea con cui gareggerà in quel di Miami. Sull’ala posteriore è infatti apparsa una colorazione inedita, simile a quella utilizzata sulle due McLaren lo scorso anno per il Gran Premio di Abu Dhabi, tappa finale del mondiale 2021.

L’alettone posteriore è stato decorato dall’artista Mad Dog Jones per un’interessante iniziativa: in collaborazione con lo sponsor FTX, l’exchange di criptovalute, nel weekend di Miami il team di Brackley rilascerà una serie di NFT. Dopo la gara, la Mercedes metterà all’asta questa parte della vettura, contribuendo a raccogliere fondi per Ignite, la fondazione promossa dalla casa della Stella a tre punte e da Mission44, l’associazione di proprietà di Lewis Hamilton che ha l’obiettivo di aiutare a sostenere la diversità e inclusione all’interno del mondo del motorsport.

Si tratta di una bellissima idea proposta dalla compagine diretta da Toto Wolff, nella speranza che la nuova cromatura porti anche un pizzico di fortuna. Quella di Miami è la quinta gara stagionale, e non sarà facile pensare di ridurre quel gap da Red Bull e Ferrari che man mano sta aumentando, grazie alla netta superiorità dei due team rivali.

Il Re nero è in chiara difficoltà, e c’è da capirlo. Al fianco si ritrova un giovane rampante come George Russell, che al volante della Williams era abituato a faticare nelle retrovie, al volante di una monoposto non certo competitiva e che doveva costringerlo ad andare oltre i propri limiti per permettergli di mettersi in mostra.

George sta facendo benissimo, e la classifica del mondiale lo conforta: 49 sono i punti conquistati in quattro gare, con tanto di terzo posto e primo podio con il team di Brackley in Australia, cosa che lo mette in quarta posizione in graduatoria generale, dietro soltanto alla Ferrari di Charles Leclerc ed alle Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez. Quella di domenica è una delle ultime possibilità di riscatto per il sette volte campione del mondo.