Verstappen, a Miami per dominare? L’olandese spaventa la Ferrari

Max Verstappen vuole proseguire l’avvicinamento a Charles Leclerc in classifica. Miami è un’ottima occasione per la Red Bull.

La F1 sbarca a Miami, dove scatteranno le prime prove libere tra poche ore. La sfida tra Max Verstappen e Charles Leclerc si ripropone nell’inedito tracciato situato in Florida, dove la Red Bull sente di poter piazzare un altro colpaccio. La Ferrari, dal canto suo, vorrebbe rispondere, e per farlo ha in serbo una serie di novità sulla F1-75.

Verstappen (ANSA)
Verstappen (ANSA)

Su tutte spicca un’ala posteriore a basso carico, che è stata deliberata a Maranello per cercare di ridurre il gap dalla Red Bull in termini di velocità di punta. Ovviamente, pensare di recuperare tutto è quasi impossibile, visto che la RB18 gode di un’efficienza aerodinamica di base eccezionale.

Nei test Pirelli effettuati ad Imola nei giorni successivi alla gara, Leclerc e Carlos Sainz hanno provato anche una nuova tipologia di fondo, ispirata proprio a quello della RB18. L’obiettivo è tentare di ridurre al massimo il fenomeno del porposing, che la Red Bull ha eliminato praticamente sin dai test.

Verstappen arriva a Miami con un entusiasmo ritrovato, sapendo benissimo che la RB18 è riuscita a ritrovare una superiorità tecnica grazie alla dieta dimagrante iniziata ad Imola, che le he permesso di perdere 4 kg. La Rossa, dal canto suo, nelle prime quattro gare non ha portato sviluppi, se non diversi fondi che hanno alleviato la problematica del porpoising, ma senza risolverla del tutto.

Il fondo con pattino, di derivazione Red Bull, che arriverà a Miami potrebbe rappresentare una svolta importante, in attesa del pacchetto di aggiornamenti che arriverà a Barcellona. In queste due gare si deciderà molto, visto che la questione sviluppi sarà una delle più gettonate nella lotta mondiale. La pista di Miami è un banco di prova, ed in Ferrari si è consapevoli di non partire da favoriti.

Verstappen, la pista di Miami può esaltarlo

Max Verstappen deve recuperare ancora 27 punti da Charles Leclerc, corrispondendi ad oltre una gara di ritardo. La Red Bull ha ora nell’affidabilità il suo unico punto debole, che ad Imola non ha comunque condizionato le RB18. In un’intervista riportata da “Speedweek.com“, il campione del mondo è apparso molto fiducioso sul prossimo week-end.

Mi aspetto un fine settimana a dir poco pazzesco. Adoro correre ad Austin, quindi è fantastico poter gareggiare anche in uno stato diverso quest’anno. È emozionante vedere la F1 guadagnare terreno negli Stati Uniti. La F1 ed i team stanno lavorando duramente per promuovere lo sport in America ed ospitiamo sempre più gare qui, quindi sta diventando sempre più popolare“.

Non vedo l’ora che arrivi la gara di Miami. Ho guidato molto su questa pista al simulatore e ci siamo allenati il ​​più possibile e ci siamo preparati al meglio. Devo dire che i dati ci hanno fornito degli ottimi riscontri, quindi pensiamo di poter far bene, anche se la pista è ovviamente un’altra cosa“.

Verstappen ha aggiunto: “Con le nuove vetture ora è più facile poter seguire un avversario e superarlo. E penso che ora più squadre possono lottare per la vittoria e questa è probabilmente la cosa più importante per i tifosi. Spero che sarà un week.end emozionante, Miami è una città davvero bellissima e penso che sia un posto davvero interessante per ospitare un Gran Premio“.

La pista di Miami appare favorevole alla Red Bull, vista la presenza di un rettilineo lungo circa 1,3 chilometri e tanti tratti veloci. La Ferrari, dal canto suo, non parte certo da sconfitta, e si affiderà ai piccoli aggiornamenti per giocarsela al meglio. Charles Leclerc avrà una novità per quanto riguarda la power unit, con un nuovo MGU-K ed una potenza maggiorata. Sin da domani capiremo se potrà essere sufficiente.