Che auto guida Steven Zhang presidente dell’Inter? E’ una roba mai vista

Il presidente dell’Inter, Steven Zhang, è stato avvistato in strada a Milano con un vero e proprio bolide. Una McLaren costosissima.

Non è certo una novità l’amore del pianeta calcio nei confronti delle supercar. Uno dei tanti esempi è Steven Zhang. Il Presidente dell’Inter si è presentato sulle strade Milano al volante di una McLaren Speedtail. Prezzo sul mercato 3 milioni di euro, ovvero più di uno stipendio di un astro nascente del football italiano.

McLaren Speedtail (Ansa Foto)
McLaren Speedtail (Ansa Foto)

McLaren Speedtail: ecco tutti i segreti e i dettagli tecnici dell’auto di Steven Zhang

Di certo non sarà passato inosservato visto che si tratta di una vettura imponente e dalle dimensioni rivelanti. Si parla di oltre 5 metri di lunghezza, per una struttura tutta in carbonio così da contenere un peso di circa 1500 kg.

Dotato di motorizzazione ibrida con propulsore Hyper GT,  il bolide di Woking è spinto da ben 1050 cv. Una potenza straordinaria e degna di una monoposto di F1, se non superiore almeno per quanto concerne le punte massima.

A questo proposito anche sul fronte velocità è da record essendo capace di raggiungere i 403 km/h. Il passaggio da 0 a 300  km/h, invece avviene in meno di 13 secondi.

Simili cifre possono essere toccate tramite la modalità Velocity, un setting particolare che consente di cambiare la risposta dall’unità motrice così da spremerne al massimo il potenziale, riducendone progressivamente la resistenza aerodinamica e permettendo al veicolo di abbassarsi di 35 mm, tanto che le telecamere cambiano disposizione e diventano dei retrovisori laterali.

Già ce lo immaginiamo sfrecciare tra Montenapoleone e Via della Spiga, immortalato dagli smartphone dei presenti. Chissà se avrà anche dovuto trovare un parcheggio. Far entrare un bestione del genere nelle anguste piazzole dei vicoli più chic della città è una bella impresa.

Senz’altro disporrà di un parking privato nella sua abitazione, perché di certo un simile gioiello è un polo d’attrazione per i mali intenzionati.

Come detto pallone e motori vanno a braccetto. Molto spesso capita di vedere gli atleti arrivare ai rispettivi campi di allentamento a bordo di un’auto da sogno.