MotoGP, chi sarà il compagno di Bagnaia in Ducati nel 2023?

In Ducati la concorrenza è spietata. Enea Bastianini, Jorge Martin, Johann Zarco e Fabio Quartararo sognano di sfilare il posto nella squadra corse ufficiale a Jack Miller.

La Rossa di Borgo Panigale è una delle moto più ambite della classe regina. Nonostante non abbia ancora vinto una gara il team Ducati corse è il “place to be” per molti piloti che sperano di lottare per il titolo mondiale. Da 15 anni la Desmosedici aspetta l’erede di Casey Stoner che, nel 2007, conquistò la corona iridata. Nelle ultime due annate la moto italiana si è laureata campione del mondo nei costruttori, ma è mancato il centauro giusto per l’ultimo tassello.

Ducati (Ansa Foto)
Ducati (Ansa Foto)

La stagione 2022 non è iniziata come era finita quella 2021. Pecco Bagnaia, nel finale della scorsa annata, ha vinto quattro delle ultime sei gare, sfiorando il successo anche nella seconda tappa di Misano. La Desmosedici GP22 deve ancora trovare la quadra, mentre la GP21 nelle mani di Enea Bastianini vola. Il riminese ha già ottenuto due successi prestigiosi, diventando il leader della graduatoria mondiale. Oltre all’italiano, ad ambire alla sella della Ducati del prossimo anno, vi sono anche i piloti del team Pramac.

Jorge Martin, miglior rookie della scorsa annata, e l’esperto Johann Zarco vorrebbero avere la grande chance di entrare a far parte della squadra ufficiale. Se la Rossa vorrà affiancare a Bagnaia un pilota giovane di talento, potrebbero preferire lo spagnolo all’esperto francese. Ma nel sondaggio in basso vogliamo sapere la vostra sul candidato ideale. Senza dimenticare il campione del mondo in carica Fabio Quartararo, ai ferri corti con il team Yamaha, e chi quel sedile già lo occupa, ovvero Jack Miller.

SONDAGGIO:

Su chi dovrebbe puntare la Ducati nel 2023 per affiancare Bagnaia?

View Results

Loading ... Loading ...

Ducati, rivoluzione nell’aria

L’obiettivo conclamato della casa italiana, a inizio stagione, erano entrambi i titolo mondiali. Se in classifica costruttori la Ducati comanda a quota 86 punti, davanti a KTM (59), Suzuki (57) e Aprilia (51), in classifica piloti Bagnaia e Miller arrancano. Le speranze dei fan italiani, al momento, risiedono in Enea Bastianini che potrebbe sfatare un tabù e diventare il primo pilota di un team non ufficiale a laurearsi campione del mondo. Ecco gli orari della prossima tappa che si correrà in Portogallo, sul circuito di Portimao.

Il campionato 2022 è imprevedibile, tuttavia i risultati di Enea non faranno dormire sogni tranquilli ai ducatisti del team factory. La Ducati e Pecco Bagnaia hanno firmato un nuovo contratto biennale che lega il pilota italiano e il team di MotoGP fino al 2024. A rischio, invece, c’è Jack Miller che nel 2020 ha deluso le aspettative. In questa stagione l’australiano è arrivato terzo negli Stati Uniti, ma potrebbe essere la sua ultima stagione a Borgo Panigale.

I piloti del team Ducati Pramac ci sperano e stanno dando il massimo per attirare l’interesse del management della Rossa. Da non sottovalutare la situazione contrattuale di Fabio Quartararo che si trova in grandi difficoltà sulla sua nuova M1. La Yamaha è diventata fanalino di coda nei costruttori e il francese si sta iniziando a guardare intorno. Per la Ducati potrebbe essere un rischio, ma anche una occasione top inserire un campione delle qualità del Diablo. La squadra ufficiale Ducati, intanto, aspetta con ansia il primo successo iridato in questa stagione. Fateci sapere la vostra in ottica 2023.