Jack Miller, disastro in Argentina: il futuro in Ducati è appeso a un filo?

La gara di Miller a Termas de Rio Hondo è stata un vero fallimento e non aiuta il suo futuro con Ducati: intanto Martin lancia un messaggio importante.

Vedere una Ducati del team ufficiale chiudere una gara al quattordicesimo posto è molto strano, ma in Argentina è successo. Jack Miller è arrivato a margine della zona punti, risultando il peggiore dei ducatisti giunti al traguardo.

Jack Miller
Jack Miller (Ansa Foto)

Partire indietro è sempre un handicap, ma il suo compagno di squadra Francesco Bagnaia è arrivato quinto e ciò dimostra che c’era il potenziale per rimontare. Invece, l’australiano ha disputato una corsa completamente anonima e c’è molta delusione nel box per com’è andata.

Il podio sfiorato in Indonesia poteva essere un buon punto di ripartenza, dopo il ritiro in Qatar per problemi alla sua Desmosedici GP22, ma il pilota di Townsville ha deluso a Termas de Rio Hondo. Deve fare molto di più per meritarsi il rinnovo con il team.

MotoGP, Miller rischia il posto in Ducati: Martin vuole soffiarglielo

Miller al termine della gara del Gran Premio d’Argentina si è detto molto deluso per il risultato conquistato e ha spiegato cosa non ha funzionato: “Siamo in una situazione difficile. Nel weekend non abbiamo avuto abbastanza tempo, il ritmo non era buono e non avevo alcuna fiducia. Non ho potuto effettuare alcun sorpasso, è stata una giornata deludente. È un duro colpo per me, dobbiamo trovare la soluzione al più presto”.

Il rider australiano è parecchio amareggiato per la situazione nella quale si è ritrovato a Termas de Rio Hondo. Nonostante alcuni cambiamento fatti sulla sua Ducati Desmosedici GP22 per cercare di migliorare il suo feeling alla guida, le cose sono andate malissimo. Non avere fiducia nell’effettuare manovre di sorpasso è grave.

È fondamentale che Miller e il team trovino al più presto la strada giusta, anche perché lui deve conquistarsi il rinnovo del contratto. Va in scadenza a fine 2022 e deve fare molto di più per convincere Ducati a confermarlo per il 2023. La casa di Borgo Panigale sta valutando tutti i piloti sotto contratto e prenderà del tempo prima di effettuare delle scelte.

Jorge Martin, secondo in Argentina dopo due ritiri (uno per colpa di Bagnaia in Qatar), vuole fortemente prendersi il posto di Miller. Nel 2023 ambisce a correre per una squadra ufficiale e Ducati rappresenta la priorità, però bisogna fare attenzione anche ad altre eventuali offerte che possono arrivargli. La Honda, che ha messo nel mirino anche Fabio Quartararo, potrebbe pensarci concretamente.

Pure Enea Bastianini e Johann Zarco hanno lo stesso sogno di Martin. Sarà un’intensa battaglia tra i piloti ducatisti. Per l’appuntamento del Mugello a fine maggio il quadro della situazione dovrebbe diventare chiaro. Ci sono quattro gran premi prima di quello in Italia e tutti dovranno dare il massimo, a partire dal prossimo ad Austin.