Perez se la prende con la sfortuna: Latifi stavolta a sfavore della Red Bull

Sergio Perez ha perso una possibile vittoria a causa di un grande colpo di sfortuna. Ecco le prime parole del messicano dopo la gara.

Il Gran Premio dell’Arabia Saudita è stato dalle due facce per la Red Bull. Max Verstappen ha vinto scavalcando negli ultimi giri la Ferrari di Charles Leclerc, al termine di una battaglia strepitosa che infiammerà tutto il campionato. Carlos Sainz ha completato il podio, tenendo a bada nel finale Sergio Perez.

Perez (ANSA)
Perez (ANSA)

Il messicano è il grande deluso della giornata odierna, dopo la splendida pole position ottenuta al sabato, la prima della sua carriera. Checo ha dominato i primi 20 giri, poi è stato richiamato ai box dalla Red Bull per montare la gomma Dura. La strategia è stata piuttosto strana, dal momento che Sergio è tornato in pista alle spalle della Mercedes di George Russell.

Perez ha subito poi una vera e propria doccia fredda, quando la Williams di Nicholas Latifi è finita a muro chiamando in causa la Safety Car. Così facendo, le due Ferrari e Verstappen si sono fermati ai box, rientrando in pista davanti alla RB18 #11 che è così stata beffata dopo un week-end perfetto.

Perez, ecco le sue parole dopo il quarto posto di Jeddah

Sergio Perez è sicuramente il pilota più sfortunato del Gran Premio dell’Arabia Saudita. Il messicano si stava giocando la vittoria, ma la Safety Car è capitata nel momento peggiore possibile per lui. Al termine della gara, il poleman si è espresso ai microfoni di “SKY Sport F1“, raccontando quelle che sono le sue sensazioni.

Sono le gare. Specialmente su un circuito come questo sapevamo di poterci ritrovare in quella situazione. Avevamo fatto l’undercut, perché c’era il margine di cui avevamo bisogno e le cose sembravano essersi messe molto bene per me. Poi però, Latifi è andato a muro nel momento sbagliato per me. Comunque sono le corse, un giorno girerà a mio favore. Devo dire che va bene così, abbiamo fatto il massimo per vincere la gara e alla fine ha trionfato Max“.

Perez può lasciare Jeddah soddisfatto. In qualifica e nella prima parte di gara era riuscito a tenere dietro le Ferrari e Max Verstappen, dopo averlo battuto per la prima volta in qualifica da quando si è formata questa coppia all’inizio della passata stagione. Nel prossimo appuntamento di Melbourne, che si terrà tra due settimane, è lecito attendersi un Checo molto combattivo, che vorrà riscattare la sconfitta dell’Arabia Saudita. Fra pochi giorni avremo le nostre risposte.