Bagnaia, delusione per il nono posto: ecco cosa lo ha rallentato

Pecco Bagnaia ha chiuso in nona posizione le qualifiche in Qatar, mentre ben due Ducati partiranno in prima fila. Ecco le sue parole.

Sabato complicato per Pecco Bagnaia, che ha chiuso in nona posizione la prima qualifica stagionale della MotoGP. Il vice-campione del mondo, vincitore di quattro delle ultime sei gare della scorsa stagione, non ha ancora trovato il giusto feeling con la GP22, al termine di un fine settimana complicato per la Ducati.

Bagnaia (ANSA)
Bagnaia (ANSA)

La casa di Borgo Panigale può sorridere per via della doppietta stampata dalla Desmosedici del team Pramac guidata da Jorge Martin, seguito da quella del Gresini Racing con Enea Bastianini. Come detto, sono mancate le Rosse ufficiali, dal momento che la prima è quarta con Jack Miller e quella di Pecco è addirittura in chiusura della terza fila.

Martin ha siglato il miglior tempo in 1’53”011, quasi tre decimi davanti all’australiano. Bagnaia non è andato oltre un 1’53”411, beccandosi esattamente quattro decimi dal battistrada. Di certo, non era l’inizio che il rider torinese poteva aspettarsi, specialmente vedendo come aveva concluso la passata stagione.

Pecco ha sofferto di cronici problemi con l’avantreno, che lo hanno notevolmente rallentato, in particolar modo nel terzo settore. Fa specie vedere la differenza con Miller, che nella seconda parte della stagione scorsa era stato annichilito dal nostro pilota. Il week-end della Ducati non è stato per nulla semplice, con la scelta dei motori che è caduta su quelli dello scorso anno per quanto riguarda il team ufficiale.

Il fine settimana di Losail era iniziato con le proteste delle altre squadre, che potrebbero portare la FIM a bandire gli abbassatori dal 2024. Ovviamente, l’alto comando della Ducati si sta opponendo a questa possibilità, dal momento che le Desmosedici sono le uniche che li montano anche all’anteriore. Nei prossimi giorni la faccenda verrà chiarita, ma nel frattempo c’è una gara da affrontare.

Bagnaia, ecco il suo commento a fine qualifica

Pecco Bagnaia non è andato oltre il nono tempo in qualifica, ma in gara la situazione potrebbe capovolgersi. Come ha detto lo stesso Jorge Martin, alcuni piloti che partiranno davanti potrebbero non riconfermarsi in gara, ed inoltre ci si aspetta di vedere una rimonta da parte della Suzuki e dalla Yamaha.

La corsa di domani potrebbe mettere in mostra qualcosa di inaspettato, soprattutto considerando il grande equilibrio che si è visto nelle simulazioni di long run. Marc Marquez, tanto per citare uno dei protagonisti, non crede di poter essere in lotta per la vittoria, così come lo stesso Martin.

Bagnaia è stato intervistato da “SKY Sport MotoGP” nel post-qualifiche, dichiarando: “Mi sentivo limitato meccanicamente fino alla quarta sessione di prove libere, non avevo feeling davanti, avevo una brutta sensazione, non riuscivo ad essere fluido come piace a me, poi nelle ultime prove libere abbiamo fatto una modifica alla moto che mi ha fatto ritrovare questo feeling. Sarebbe stato meglio trovarlo gia ieri, sappiamo che nelle prove bisogna sacrificare sempre qualcosa, secondo me abbiamo sbagliato a sacrificarlo nel weekend di gara ma ci sta“.

Da pilota ufficiale sai che devi per forza provare tante cose, è un lavoro molto più complicato. Io e Miller abbiamo fatto tantissime prove, abbiamo bisogno di girare più rilassati, pensando solo a guidare. Partire con una moto che già conosci ti permette di essere subito costante. Cinque giorni di test invernali non sono bastati perché avevamo mote novità da provare, abbiamo finito solo oggi. Mi ha impressionato Martin perché ha sfruttato bene la Ducati nuova, complimenti anche a Bastianini“.

Sapevo che non sarebbe stato per niente facile oggi, ad essere realistici stare nei primi cinque sarebbe un buon risultato. Posso migliorare molto nel warm up. Non sarà facile, tante moto vanno forte e noi non siamo i più veloci, ma in gara riusciamo a fare sempre un po’ la differenza, sono fiducioso. Non dobbiamo essere preoccupati, siamo solo al primo week end della stagione“.