F1, Charles Leclerc sensazioni positive: F1-75 promossa a pieni voti

Il pilota della Ferrari, Charles Leclerc, ha svolto un lavoro utile nella prima mattinata dei test, chiudendo alle spalle di Lando Norris e macinando chilometri al volante della monoposto 2022.

La Ferrari F1-75 non ha deluso i piloti che hanno esordito nella tre giorni di Barcellona. I driver della Rossa si sono alternati nella prima giornata, percorrendo una marea di chilometri. Il monegasco ha completato 80 tornate, fermando il tempo in 1:20.165. Charles ha siglato il secondo miglior crono di giornata, preceduto solo da Lando Norris che ha utilizzato la mescola più morbida per ottenere la prima posizione in 1:19.568. Al terzo posto, nel pomeriggio, ha fermato il cronometro in 1:20.416 Carlos Sainz.

Charles Leclerc (LaPresse)
Charles Leclerc (LaPresse)

I tempi non sono l’aspetto più importante, ma sono comunque indicativi di un’auto veloce e stabile sin dalla prima giornata dei test a Barcellona. La pole di Lewis Hamilton della scorsa stagione è stata in 1:16.741. Tre secondi in meno, anche meno, dal tempo di Norris. Considerato il primo shakedown è già una prima importante risposta sulle performance delle nuove monoposto. Si temeva un passo indietro notevole, giustificato in parte anche dal peso maggiore delle monoposto ad effetto suolo, ma le nuove auto potrebbero viaggiare sugli stessi tempi di quelle dello scorso anno.

In attesa di avere riscontri cronometrici più attendibili nelle prossime giornate, Leclerc ha iniziato a raccogliere dati utili per i tecnici della Ferrari. Le prime sensazioni alla guida sono risultate positive. La coppia ferrarista non vedeva l’ora di scendere in pista per iniziare a testare la vettura. Dopo mesi al simulatore, finalmente hanno avuto l’opportunità di saggiare l’asfalto e valutare le qualità della F1-75.

Ferrari, flessibile per essere vincente: ecco il segreto della F1-75

Ferrari, l’emozione di Charles Leclerc

Leclerc ha commentato, attraverso i canali ufficiali della casa di Maranello, la prima giornata dei test. L’emozione per l’inizio della stagione è straordinaria. Per la prima volta il monegasco ha potuto spingere la F1-75 per la durata di un intero Gran Premio.

E’ stato piacevole poter tornare finalmente al volante. In pista abbiamo provato tutto quello che avevamo previsto completando il programma senza problemi, il che è buono considerando che si trattava del debutto di una monoposto completamente nuova. Le prime sensazioni sono positive, ma di sicuro non dobbiamo dare troppo peso alla classifica dei tempi di oggi perché siamo all’inizio e nessuno sta svelando il proprio reale stato di forma“.

I competitor, sicuramente, si sono nascosti. I test sono anche un gioco a non mostrare tutte le carte sin da subito. Mercedes, Red Bull Racing e Ferrari sono sembrate, comunque, un passo in avanti. Hanno macinato tantissimi chilometri e senza problemi di affidabilità. Per la Rossa sarebbe essenziale riuscire ad inserirsi nella lotta al vertice nel 2022, lottando contro i due top che hanno dominato la categoria regina del Motorsport dal 2010 ad oggi.

F1, Ferrari in lotta con Mercedes e Red Bull: l’ex pilota scioglie i dubbi

Leclerc ha aggiunto: “È impossibile avere una fotografia chiara in questo momento ma dobbiamo rimanere concentrati e continuare a portare avanti il nostro lavoro. Abbiamo completato molti giri, più di chiunque altro, e questo è l’aspetto più positivo di questa giornata. Non vedo l’ora di tornare in abitacolo domani“.