F1, Alonso gasato dalla nuova Alpine: l’obiettivo è altissimo

Fernando Alonso vuole puntare in alto grazie all’Alpine A522, monoposto che affronterà il mondiale di F1 2022. Ecco le sue parole.

L’Alpine ha ufficialmente tolto i veli alla nuovissima A522, la prima F1 ad effetto suolo progettata dal team di Enstone. Per Fernando Alonso si tratta di un’ottima occasione per tornare nelle zone alte della classifica, dopo un finale di 2021 a dir poco entusiasmante ed in cui ha fatto divertire i tifosi.

F1 Fernando Alonso (GettyImages)
F1 Fernando Alonso (GettyImages)

Nel Gran Premio del Qatar, Nando ha ottenuto un commovente terzo posto, primo podio dopo oltre sette anni dalla terza posizione nel GP di Ungheria 2014 ai tempi della Ferrari. Alonso ha condotto una gara incredibile, resistendo nel finale alla rimonta di Sergio Perez, che aveva a disposizione una Red Bull di oltre un secondo al giro più rapida rispetto alla sua Alpine.

La F1 ha enorme bisogno di un personaggio come Fernando, specialmente dopo il ritiro di Kimi Raikkonen. Dei piloti di una volta sono rimasti solo l’asturiano, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, tre driver che non sono ancora pronti a cedere il passo alla nuova generazione di rampanti giovani.

Fa davvero impressione pensare che per Alonso si tratti della diciannovesima stagione da pilota, con il debutto che avvenne nel 2001 al volante della Minardi. Da quell’annata è trascorsa un’eternità, in cui il nativo di Oviedo ha segnato un’intera epoca del motorsport, grazie alle sue imprese leggendarie ed alle sue vittorie.

I due titoli mondiali sono arrivati nel biennio 2005-2006 con la Renault di Flavio Briatore, ma ad Alonso sono legatissimi anche i tifosi della Ferrari. Nonostante le vetture poco competitive, lo spagnolo è riuscito a sfiorare due titoli mondiali, uscendo sconfitto contro la Red Bull di Vettel per due volte all’ultima gara: nel 2010 ad Abu Dhabi e nel 2012 ad Interlagos.

Il grande errore di Fernando è sempre stato legato alla scelta del timing per lasciare un team ed approdare in un altro: l’addio a Maranello per passare in McLaren nel 2015 fu un vero disastro, visto che la collaborazione tra il team di Woking e la Honda fu un vero e proprio flop. Dopo il primo addio al Circus, Alonso ha entusiasmato nelle altre categorie, imponendosi con la Toyota per due volte alla 24 ore di Le Mans, con la Cadillac a Daytona  e partecipando alla Dakar ed alla 500 Miglia di Indianapolis.

F1, l’Alpine svela la A522, la francese con un’anima italiana (FOTO)

F1, Fernando Alonso crede nella nuova Alpine

Dopo due anni in cui ha corso nelle categorie più disparate, Fernando Alonso ha sentito la mancanza della F1, decidendo, nell’estate 2020, di firmare un contratto con l’Alpine per tornare nel Circus. Purtroppo per lui, la prima vittoria del team di Enstone è stata firmata da Esteban Ocon in Ungheria, gara in cui lo spagnolo ci ha fatto divertire tantissimo nel duello rusticano contro la Mercedes di Lewis Hamilton.

Il talento dell’asturiano e la voglia di far bene sono quelli di un ventenne, e la A522 deve dargli modo di esprimere al meglio il proprio valore. L’ex Ferrari e McLaren è fiducioso nel nuovo progetto, e le indiscrezioni invernali parlano di un’Alpine che potrebbe aver individuato una zona grigia del regolamento da sfruttare al meglio.

La F1 ad effetto suolo offre grandi opportunità ai team comprimari, che vogliono avvicinarsi ai primi della classe. Fernando ha parlato della nuova vettura in occasione della conferenza stampa di presentazione, mostrandosi molto fiducioso nei mezzi della sua squadra che punta in alto.

Il 2021 è stata una buona stagione per noi, sono tornato sul podio ed Esteban ha vinto una corsa, è stato un proseguimento delle prestazioni del team dell’anno precedente. Per l’Alpine è stato eccellente tornare alla vittoria, abbiamo fatto progressi e siamo molto più forti come squadra, siamo pronti per il 2022“.

Spero che le regole cambino in valori in campo, sono tornato per questo motivo ed ho aspettato a lungo che l’avvento di queste vetture. Sin da quando sono arrivato nella sede di Enstone quasi due anni fa ero molto eccitato al pensiero di guidare queste vetture. Ci sentiamo preparati per lottare con i migliori e far divertire i tifosi“.

Luca de Meo, CEO dell’Alpine, ha aggiunto: “L’Alpine è il team che difende i colori della Francia nel motorsport, da quest’anno saremo blu e rosa vista la nuova partnership con la BWT. Non vedo l’ora che inizi la nuova stagione, credo che il team abbia fatto un gran lavoro crescendo molto dopo una partenza non facile. Tutti i tecnici ed i piloti hanno spinto molto e credo che sarà un lungo viaggio in questa stagione“.

F1, Horner a muso duro provoca la Mercedes: “Non è giusto”

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Abbiamo imparato molto dallo scorso anno a livello di strategie ed organizzazione, mi piace il nostro spirito. Fernando ed Esteban collaborano molto tra di loro e c’è un ottimo clima nella nostra squadra. Credo che questo sia la cosa più importante nelle corse, vogliamo fare bene“.