Quali sono le auto più costose del mondo? Fuori dal podio la Ferrari

Ancora oggi esistono auto per pochi, edizioni limitate dal valore incredibile. Ecco una classifica delle più costose (e belle) in circolazione.

Le supercar sono le auto più sognate, perché tra le più potenti, lussuose e avanzate al mondo dal punto di vista stilistico e tecnico. Ma sono anche le macchine più costose al mondo, visto che per la loro realizzazione, ingegneri e tecnici dedicano tantissime ore di lavoro per farne dei pezzi unici. Ad aumentarne i costi sono non solo la tiratura limitata ma anche la possibilità di personalizzazioni esclusive, che le rendono vetture uniche al mondo.

La Bugatti Divo (foto di Robert Hradil/Getty Images)
La Bugatti Divo (foto di Robert Hradil/Getty Images)

Le particolarità delle auto più care al mondo poi sta nel fatto che nella maggior parte dei casi, a differenza della stragrande maggioranza dei veicoli che vediamo per strada, sono auto costruite a mano con materiali innovativi. Un particolare non da poco. Basti pensare alla Ferrari 250 GT0 Berlinetta del 1962, un pezzo rarissimo, venduto recentemente a 41 milioni di euro, una cifra folle. Ma quali sono oggi le auto più care?

Ferrari Purosangue, è questo il nuovo SUV di Maranello? (VIDEO)

Le auto più costose del mondo: la top-3

Sicuramente tra le vetture più esclusive al mondo c’è la Rolls-Royce Boat Tail, che nel 2020 ha resuscitato il suo reparto carrozzerie per creare la cosa più vicina a una lussuosa barca da diporto a quattro ruote. Si tratta di una una lussuosa decappottabile a quattro posti basata sulla Phantom Drophead Coupé, che monta un motore V12 da 6,7 ​​litri con 600 CV e una chiara ispirazione nautica. Infatti è rifinita con lo stesso legno utilizzato negli yacht di lusso. Solo tre le unità prodotte, per un costo di 23 milioni di euro.

A debita distanza, a quota 15,4 milioni di euro, c’è la Pagani Zonda HP Barchetta, il cui nome deriva dalle iniziali del fondatore e capo del marchio, lo stesso Horacio Pagani. Anche di questa auto ne esistono solo tre esemplari al mondo e ovviamente per le sue prestazioni, un V12 aspirato da 6,0 litri con 800 CV, e per il curioso design della sua carrozzeria è una delle più belle e ricercate.

Sul podio un’altra Rolls-Royce, la Sweptail, che si distingue per il suo ampio tetto panoramico in vetro e un vano tra i sedili che si apre automaticamente premendo un pulsante che permette di nascondere una bottiglia di champagne ghiacciata e un paio di bevande, pronto da gustare. Per non parlare poi del motore, un V12 da 6,75 litri con 460 cavalli, che fa lievitare i costi dell’auto fino alla cifra di 11,5 milioni di euro.

Michael Schumacher, appassionati in delirio: l’iniziativa che affascina tutti (FOTO)

Le altre “belle e impossibili”

Nella top-20 delle auto più costose del mondo poi troviamo davvero dei pezzi di rara bellezza come la Ferrari Sergio, un esclusivo modello tipo barchetta con un design esterno minimalista ispirato ai classici degli anni ’60 e ’70 basato sulla Ferrari 458 Spider, con il suo motore V8 aspirato da 4,5 litri che offre qui 605 CV. Solo sei unità prodotte, che valgono quasi 3 milioni di euro.

Ma se si parla di esclusività, allora il marchio Bugatti è uno dei più rinomati. C’è la Chiron Pur Sport, che può superare i 400 km/h grazie ai suoi 1.500 CV e che vale 3,2 milioni di euro, ma anche la Chiron Super Sport 300+ (3,5 milioni), che addirittura può toccare i 490 km/h. E poi la Bolide, nata come dimostrazione di Bugatti di ciò che potrebbe essere l’auto da pista definitiva. Sole 40 unità prodotte a 4 milioni di euro a pezzo, con oltre 1600 cavalli da “liberare”. Infine la Divo, che vale almeno 5 milioni di euro, con una versione ricoperta da 1.600 diamanti che ha un valore inestimabile. O la Centodieci e la Voiture Noire, che superano anche i 10 milioni di euro.

In classifica anche la Mercedes Maybach, dalle linee sinuose che nascondono un V12 biturbo da 700 CV che fa lievitare i costi fino a 7,2 milioni di euro. Esclusiva anche la Pagani Huayra Tricolore, con sole tre unità da collezione che si distinguono per il motore AMG biturbo V12 con 829 CV (5,5 milioni di euro). E non poteva mancare la Lamborghini, con la Veneno Roadster e la Sian (3,3 milioni di euro), capace di sprigionare 819 CV tra il suo motore V12 da 785 CV e i 34 CV di quello elettrico.