Mercedes, segnali social ad Hamilton? Sale l’attesa (FOTO)

Hamilton torna o non torna in F1? Paddock e tifosi interrogano e la Mercedes su Twitter lancia un prezioso indizio per il futuro. 

Non manca molto al 18 febbraio, giorno in cui scopriremo il volto della W13 che si metterà alla caccia del nono titolo marche consecutivo per la Mercedes. Per adesso però, il tema caldo continua ad essere cosa farà Lewis Hamilton nei prossimi mesi. Correrà ancora, oppure si dedicherà alle sue passioni artistiche? La risposta sembra essere la prima, o almeno questo è quanto ci vuole far credere la Stella.

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)

Nelle scorse ore, sui profili sociali del team sono apparse due foto del campione di Stevenage accompagnate dalla scritta “Letteralmente in attesa dell’avvio di stagione“.

Dunque, passata la tempesta scoppiata dopo l’amara sconfitta di Abu Dhabi e le conseguenti polemiche, a patto sempre che ci sia stata e che non si sia trattato, come sostengono dalla Red Bull, di una sceneggiata creata ad hoc per attrarre su di sé l’attenzione. I dubbi sull’avvenire di Ham comunque restano e solo prossimamente scopriremo se certi indizi sono realtà.

F1, la Mercedes nega tutto: ecco la verità sulla W13

Hamilton: ecco i timori della Mercedes

Se la questione del sette volte iridato sembra essere in via di soluzione, qualche preoccupazione tra le fabbriche di Brackley e Brixworth è creata dalle novità tecniche, in particolare per quanto riguarda il propulsore.

Hywel Thomas, responsabile del reparto PU ha spiegato in un video apparso sul sito ufficiale quali sono le criticità incontrate.

Il cambiamento che entrerà in vigore da questo mondiale, con l’introduzione dei carburanti E10, è probabilmente il più importante dal 2014”, ha spiegato. “Sviluppare questo tipo di carburante ha rappresentato un’impresa notevole“.

E al di là del lavoro richiesto, passare ad un bio-fuel dotato del 10% di etanolo significa affrontare altresì un’incognita in termini di risposta dell’unità e della vettura. A questo proposito l’ingegnere dell’equipe germanica ha svelato un dettaglio non trascurabile che potrebbe giocare a favore delle diretti rivali.

Ci sono alcune aree dell’auto per le quali siamo davvero soddisfatti, mentre altre, in tutta sincerità, lo siamo decisamente meno“, la sua ammissione. Che il nuovo bolide Mercedes non sia quindi all’altezza delle attese? Da quanto si può intendere, sarebbe proprio così.

F1, Mercedes pronta a sfidare il nuovo regolamento: “Un campo minato”

L’unica soluzione per cercare di mitigare i problemi è intervenire dove è possibile“, ha infine anticipato il manager palesando evidenti perplessità sul risultato ottenuto.