F1, Mercedes pronta a sfidare il nuovo regolamento: “Un campo minato”

La Mercedes vuole tornare a vincere il titolo piloti di F1 nel 2022: il nuovo regolamento impone una rivoluzione della monoposto.

La delusione e la rabbia per quanto avvenuto nel finale del Gran Premio di Abu Dhabi non sono ancora smaltite completamente, ma in Mercedes devono voltare pagina e concentrarsi sul prossimo campionato. Ci sono nuove regole tecniche e l’obiettivo del team è quello di essere ancora davanti.

Mercedes, Lewis Hamilton (GettyImages)
Lewis Hamilton (GettyImages)

Salvo colpi di scena, Lewis Hamilton sarà regolarmente in griglia e vorrà andare all’assalto dell’ottavo titolo mondiale, quello che lo renderebbe il pilota più vincente della storia della Formula 1. Sicuramente ci sarà Max Verstappen con la Red Bull a volergli mettere i bastoni tra le ruote un’altra volta, dopo aver già trionfato nel 2021. Attenzione anche ad altre eventuali sorprese. L’inglese potrebbe doversi guardare anche dal nuovo compagno di squadra George Russell.

Hamilton è tornato: Lewis riappare dopo settimane di silenzio (FOTO)

F1, Mercedes pronta per la rivoluzione 2022

La Mercedes, come la concorrenza, in questi mesi ha lavorato intensamente sulla nuova monoposto e solo nel primo test a Montmelò (23-25 febbraio) avremo una prima idea dei valori in pista.

James Allison, direttore tecnico della scuderia di Brackley, conferma che il regolamento tecnico in vigore dal 2022 rappresenta una vera rivoluzione: “Si tratta di un grande cambiamento ed è qualcosa che non ho mai visto. Le regole sono più di prima e totalmente diverse dal passato, c’è una nuova filosofia. Ci sono occasioni e anche rischi, cercheremo di farci strada in questo campo minato. Abbiamo dovuto reinventare la macchina da cima a fondo. Tutto ciò che vedrete sarà completamente nuovo”.

F1, Hamilton come Senna nel 2022? La statistica non lascia spazio a dubbi

Allison dice la pura verità, dal 2022 le auto saranno totalmente diverse da quelle che abbiamo visto negli anni scorsi e ogni team ha dovuto svolgere un grande lavoro in ogni area. L’aerodinamica sarà completamente differente e bisognerà essere bravi a interpretare le nuove regole per avere una monoposto competitiva.

Il direttore tecnico della Mercedes si è anche espresso sul motore, il cui sviluppo verrà congelato fino al 2025: “È una delle cose che può essere toccata meno con le nuove regole. Dobbiamo essere preparati, dato che i motori verranno congelati per tre anni. Bisogna fare tutto il possibile, altrimenti sarà troppo tardi”.

F1, perché saranno più facili i sorpassi? Ecco le novità che cambiano tutto

La scuderia di Brackley è sempre stata fortissima lato power unit. Facile immaginare che sarà così anche nella nuova era della Formula 1. Chiaramente il motore si deve poi sposare bene con il resto dell’auto. Essere veloci in rettilineo non basta certamente per vincere, lo sanno bene in Ferrari dopo il 2019… Alisson e i suoi uomini vogliono presentarsi al meglio per i test, dando a Hamilton e Russell una W13 con cui lottare per le prime posizioni. Intanto appuntamento al 18 febbraio con la presentazione di team e vettura.