McLaren accende la MCL36: l’obiettivo è battere la Ferrari (VIDEO)

Quarta nella classifica costruttori del 2021 la McLaren lancia il guanto di sfida alla Ferrari. A Woking il fire-up della nuova auto di F1.

Per osservarla nella sua interezza dovremo attendere il prossimo 11 febbraio e per conoscerne le prestazioni il 22 del mese quando scatteranno dal Montmelo i primi test invernali del Circus. Per adesso, dunque, dobbiamo accontentarci del suo suono, anche se, in linea con il poco entusiasmante rumore delle monoposto dell’era ibrida pure la nuova McLaren MCL36 non dà quell’effetto wow che si vorrebbe da una vettura della classe regina del motorsport.

Lando Norris, McLaren (Getty Images)
Lando Norris, McLaren (Getty Images)

L’accensione è avvenuta nel pomeriggio di mercoledì 26 gennaio  ed è stata fissata a futura memoria in un video pubblicato sui profili social della squadra.

Le immagini sono quelle classiche, sdoganate da tempo, con l’inquadratura del reparto motori del Technology Centre di Woking lo zoom sui boss del team in particolare sul CEO Zak Brown, intento a sua volta a riprendere la scena con lo smartphone, e sul responsabile del muretto Andreas Seidl. Tutti mani sulle orecchie, e via con il rombo in stile aspira briciole.

F1, McLaren annuncia la data: ecco quando verrà presentata la MCL36 (VIDEO)

Il duello con la Ferrari si rinnova

Se trovandoci davanti ad un anno rivoluzionario dal punto di vista tecnico ci resta difficile fare previsioni di qual che sarà, la sensazione è che nuovamente Mercedes e Red Bull saranno in fuga, inseguite dalle scuderie ad alto budget come Ferrari, appunto McLaren e probabilmente Alpine.

Quella tra la Rossa e la Papaya sarà una battaglia avvincente. Dopo tante difficoltà entrambe si sono trovate nel passato campionato a lottare per il podio, sia quanto riguarda le singole gare, sia per il mondiale. Alla fine ha avuto la meglio il Cavallino, ma solo perché alla lunga si è dimostrata più costante, arrivando spesso con entrambi i piloti ad un passo dai tre gradini.

F1, McLaren vuole tornare a vincere: una mossa può essere decisiva

Interessante notare come il numero di top 3 sia stato uguale, cinque ciascuno. L’unica differenza è che l’equipe britannica è riuscita ad ottenere almeno una vittoria con Daniel Ricciardo, confermato alla sua guida assieme a Lando Norris, in quel di Monza.