Red Bull, c’è l’accordo con la Mercedes: arriva un grande rinforzo nel team

La Red Bull e la Mercedes hanno raggiunto un accordo su Ben Hodkingson, che guiderà il reparto power unit del team anglo-austriaco.

Tra Red Bull e Mercedes c’è molta tensione dopo il 2021, stagione vissuta sul filo del rasoio e caratterizzata dalla battaglia infernale tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Il finale di Abu Dhabi non ha di certo favorito la tranquillità tra le due compagini, visto che la contesa si è risolta in una modalità che ha fatto felici gli uomini di Milton Keynes, rendendo furenti gli avversari.

Red Bull (LaPresse)
Red Bull (LaPresse)

Tuttavia, in F1 il tempo passa in fretta e con le polemiche si sta anche esagerando. Le scelte di Michael Masi saranno state discutibili, ma occorre adeguarsi e pensare al futuro. Ancora oggi, il proseguimento della carriera di Hamilton non è per nulla scontato, e potrebbe decidere di abbandonare il Circus comunicandolo da un momento all’altro.

La maggior parte degli esperti, dei tifosi e dei piloti crede che Lewis continuerà, altrimenti la Red Bull e Super Max potrebbero realmente aprire un ciclo di vittorie. L’olandese è più carico che mai, e c’è la sensazione che la nuova RB18 potrebbe essere una macchina davvero molto competitiva.

Nel 2022, gli anglo-austriaci avranno ancora a disposizione un supporto della Honda, che ufficialmente non sarà più parte del programma. A Milton Keynes stanno organizzando un reparto motoristico per gestire in proprio le unità propulsive, che sino al 2025 saranno quelle prodotte a Sakura grazie al congelamento deciso qualche mese fa. Si è trattato di una grande vittoria politica di Christian Horner e dei suoi, ma è molto importante non sbagliare la power unit attuale perché sarebbero dolori.

F1, Russell minaccia seria per Hamilton: l’ex pilota mette in guardia Lewis

Red Bull, accordo raggiunto con la Mercedes

Nel mese di aprile, la Red Bull era riuscita a strappare un contratto con Ben Hodkingson, rendendolo il nuovo direttore tecnico della sezione powertrains. Sino ad oggi, l’ingegnere era stato a capo dell’area power unit della Mercedes, ed averlo portato a Milton Keynes è stato un gran bel colpaccio.

Tuttavia, tra i due top team non si è immediatamente trovato un accordo sulla data di passaggio del tecnico dalla squadra campione del mondo costruttori a quella piloti. In queste ore, dall’Inghilterra è arrivata una grande notizia, secondo la quale Hodkingson potrà entrare in Red Bull dal 24 maggio 2022, tra soli quattro mesi.

Le due squadre hanno rilasciato un comunicato congiunto, dichiarando: “Mercedes F1 e Red Bull F1 hanno raggiunto un accordo sulla nomina di Ben Hodkingson. Secondo i termini di tale accordo, Ben, che è entrato in Mercedes nell’agosto del 2001, sarà libero di entrare nel suo nuovo team dal 24 maggio 2022“.

Villeneuve traccia il futuro di Hamilton: “Sta pensando all’America”

Per la squadra di Max Verstappen si tratta di una grande novità. Hodkingson è un grande acquisto che potrà rendersi decisivo nella costruzione delle power unit che debutteranno dal 2026 in avanti, quelle in cui andrà a sparire l’MGU-H. Da allora, a Milton Keynes dovranno o fabbricare una propria power unit o trovare altri accordi, e da ciò che si apprende, la Porsche sembra in ballo per fornire i propulsori.