Sebastien Loeb è eterno: torna e domina il Rally di Montecarlo

La battaglia tra Sébastien Loeb e Sébastien Ogier sta emozionando tutti al Rally di Monte-Carlo. Ecco la classifica e la situazione.

Il Rally di Monte-Carlo sta fornendo una battaglia entusiasmante tra Sébastien Loeb e Sébastien Ogier, i due fenomeno delle corse sullo sterrato e delle condizioni più difficili. Come da programma, la tappa del Principato apre la stagione del WRC, che dal 2022 si è convertito alla logica dell’ibrido presentando dei nuovissimi modelli.

Sebastien Loeb (GettyImages)
Sebastien Loeb (GettyImages)

Il nove volte campione del mondo gareggia a bordo di una Ford Puma, ed è subito stato in grado di portarla al top nel corso delle prima prove speciali. Ogier si era messo al comando delle operazioni sulla sua Toyota, ma dalla terza speciale in poi, Loeb è salito in cattedra portandosi al comando della classifica assoluta dalla quinta tappa.

Da quel momento in poi, la sfida ha visto protagonisti i due fenomeni francesi, con Elfin Evans che è riuscito a romperne il dominio solo nella nona speciale. Dopo una breve rimonta, Ogier ha pareggiato i conti nell’assoluta al termine della decima prova, appena completata e mandata in onda in diretta sui canali di Sky.

La SS10, corsa tra Saint-Jeannet e Malijai, lunga oltre 17 chilometri, ha visto l’asso della Toyota trionfare con un secondo di vantaggio su Evans, seguti da Kalle Rovampera e dalla Ford del nove volte iridato. Quinto Craig Breen, ma la sfida davanti si conferma molto accesa tra le due Toyota ed il francese.

Mercedes, la nuova W13 fa già paura: ecco qual è l’arma segreta

Loeb, prodezze a 47 anni di età

Sébastien Loeb sta scrivendo la storia, per l’ennesima volta nella sua straordinaria carriera. Il pilota transalpino è appena tornato dalla Dakar, dove ha concluso al secondo posto, e senza neanche aver avuto il tempo di riposare per qualche giorno, ha deciso di cimentarsi in una nuova sfida.

Salito a bord della sua Ford Puma, il 47enne ex Citroen ha subito dato spettacolo, ingaggiando l’ennesimo duello con Sébastien Ogier. La serie di titoli vinti tra 2004 e 2012 lo rese il più vincente di sempre nella storia dei rally, ma ora il suo connazionale lo incalza ad otto campionati conquistati.

Ferrari può esultare, una statistica la incorona: è già da mondiale

Probabilmente, se il nativo di Haguenau non avesse smesso di correre a tempo pieno nel WRC, ne avremmo viste davvero delle belle in queste ultime stagioni. Il Rally di Monaco ci sta regalando delle emozioni incredibili, senza dimenticare che Elfin Evans si è comunque rifatto sotto ed ha un divario di soli nove secondi dalla coppia di testa, che ora vede i due rivali appaiati al comando delle operazioni.