La Ferrari è tornata finalmente tra le big: c’è un dato che lo conferma

La Ferrari è tornata nuovamente tra le big della F1. Un dato in particolare conferma tutto questo e dà speranza per le prossime gare.

Ferrari (GettyImages)
Ferrari (GettyImages)

La Ferrari ha vissuto indubbiamente un 2020 molto buio. In tutto il team ha portato a casa solo 3 podi: 2 per Leclerc e 1 per Vettel. Nessuna vittoria e tanta dose di amarezza. La squadra di Maranello infatti non è apparsa mai competitiva mettendo in piedi spesso prestazioni ai limiti dell’umiliazione.

Quest’anno, invece, le cose stanno andando decisamente meglio. A Maranello sono già arrivati 4 podi: 3 per Sainz e 1 per Leclerc. Il dato più interessante però è sicuramente quello dei giri in testa durante i GP. Nel 2020, infatti, la Rossa non solo non aveva vinto nessuna gara, ma non si era mai affacciata in testa ad una gara nemmeno per una tornata.

Ferrari in grande spolvero: ecco i prossimi obiettivi

Nel 2021, invece, la Ferrari può vantare già 72 giri in testa, frutto dei 60 totalizzati da Leclerc e dai 12 di Sainz. Al momento è la 4a forza a meno 7 dalla McLaren. Naturalmente molto più distanti Mercedes con 230 e Red Bull a quota 538. Questi numeri però dimostrano ancora una volta che la Rossa sta percorrendo la strada giusta.

A questo punto però c’è da fare lo step decisivo, quello che dovrebbe consentire alla Ferrari di issarsi in lotta per il Mondiale. Non sarà di certo semplice, ma a Maranello puntano sul grande cambio di regolamento che attende la F1 nel 2022. La speranza dei tifosi della Rossa è quella di quest’anno sia una stagione preparativa ad una trionfale.

LEGGI ANCHE >>> Hamilton velocissimo: c’è un “campionato” dove si trova in testa

Per ora la Ferrari ha già dimostrato di essere cresciuta molto dal punto di vista della power unit. Da qui alla fine a Maranello sperano di riuscire a cogliere almeno un successo. Una delle gare sulle quali si punta è proprio il GP del Messico, prossimo appuntamento stagionale.

Antonio Russo

Sainz, al primo anno con la Ferrari (Foto di Lars Baron/Getty Images)