“Ferrari più forte di noi”. La McLaren alza bandiera bianca?

Dopo il GP di Austin la McLaren comincia a mettere in dubbio la sua capacità di contenere la crescita della Ferrari.

Lando Norris (©Getty Images)

Dal momento in cui Charles Leclerc ha montato la nuova parte ibrida sulla sua SF21 la McLaren ha continuato a ripetere che la Ferraro era troppo competitiva per loro. E pensare che tra Monza e Sochi Ricciardo e Norris hanno fatto faville. Poi però il propulsore aggiornato della Rossa gli ha insinuato dei dubbi.

Ottenuto un buon feedback dal monegasco, Mattia Binotto ha optato per sostituire la componente e inserire quella in chiave 2022 pure sulla monoposto di Carlos Sainz. E sebbene in Texas i due non siano andati oltre una quarta e una settima piazza, la risposta della PU della futura auto ad effetto suolo è stata incoraggiante e ha spaventato i diretti avversari. O almeno così pare, stando alle loro parole. Se poi sia solo tattica per allontanare pressione e attese non è dato sapersi. Numeri alla mano però se la scuderia di Woking vanta un successo di tappa, quella di Maranello è tutt’ora ferma a zero.

L’analisi di Lando e la sua convinzione

Frammentando quanto raccontato dal GP di Austin il talentuoso driver di Bristol ha sostenuto che se il madrileno non fosse rimasto bloccato alle spalle di Daniel, sarebbe scappato via.

“La Ferrari è chiaramente più veloce di noi”, ha affermato a Motorsport.com. “In Texas non siamo mai stati in grado di tenere il loro passo, di conseguenza ad oggi sono in vantaggio. Forse non avranno l’auto più veloce su tutti i tracciati, ma è più consistente della nostra e più guidabile”.

Malgrado questa consapevolezza vera o presunta il #4 ha ribadito che il team inglese non abbasserà il ritmo e punterà sempre alla terza piazza costruttori, attualmente occupata con 3,5 punti di vantaggio.

“Dobbiamo restare concentrati”, ha quindi spronato il suo gruppo. “Siamo consapevoli che non avremo più aggiornamenti in arrivo, per cui dovremo massimizzare il risultato con quanto abbiamo a disposizione”.

McLaren (©Getty Images)

Chiara Rainis