Compleanno con vittoria per Toprak Razgatlioglu in Argentina

Toprak Razgatlioglu festeggia il 25° compleanno con vittoria in gara-1 a San Juan. Il pilota Yamaha sempre più vicino al Mondiale.

Toprak Razgatlioglu (foto Instagram)

Festa di compleanno col botto per Toprak Razgatlioglu che in Argentina ha celebrato il suo 25° compleanno con la vittoria in gara 1. Un successo che pesa tanto e lo avvicina alla vittoria del titolo mondiale Superbike, consentendogli di allungare a +29 su Jonathan Rea. Nonostante abbia mancato la Superpole, conquistata da Scott Redding, il pilota Yamaha si è messo subito in testa al gruppo dopo lo spegnersi dei semafori.

Una vittoria sicuramente agevolata dalla caduta che ha riportato il britannico della Ducati dopo la prima curva. Ma mai nessuno ha impensierito il turco che ha riconfermato di essere in uno stato di grazia in sella alla sua Yamaha R1. E al termine dei 21 giri ha tagliato il traguardo con oltre 5 secondi di gap sull’inseguitore della Kawasaki. “Ora sono vecchio e non ho visto la bandiera a scacchi”, ha scherzato in conferenza stampa su Zoom. “Ma mi sento ancora come un 18enne, nessun problema.”

Domenica decisiva per il Mondiale

Un week-end iniziato subito alla grande, con il miglior crono nelle libere del venerdì. “Sapevo che sarei stato veloce. Il mio sogno quest’anno è vincere tutte e tre le gare in un weekend. Mi sento molto forte questo fine settimana, ma ogni gara è diversa e tutti sono veloci – ha aggiunto Toprak Razgatlioglu -. Comunque, proverò a vincere entrambe le gare domenica. La gara sprint è particolarmente difficile. Domenica mattina sarà più fresco, sabato pomeriggio faceva molto caldo”. Il pensiero di una possibile rimonta da parte di Johnny Rea non sembra sfiorarlo: “Forse Johnny può migliorare domenica. Ma forse posso aprire un gap dopo cinque giri. In alcune curve è facile sorpassare, in altre c’è un alto rischio di toccarsi”.

LEGGI ANCHE -> Jonathan Rea e il rimpianto MotoGP: “Ha ragione Valentino Rossi”

Razgatlioglu Toprak
Toprak Razgatlioglu (foto WorldSBK)