Verstappen getta la spugna? “Se perdessi non sarebbe un dramma”

Alla vigilia del GP di Turchia, Verstappen ammette: “Non sono preoccupato, questo resta comunque un grande 2021”

Max Verstappen (Foto di Mark Thompson/Getty Images)
Max Verstappen (Foto di Mark Thompson/Getty Images)

Max Verstappen pronto a tornare ad attaccare prepotentemente la leadership di Lewis Hamilton. In Turchia sarà di nuovo lotta a due, con l’olandese che cercherà di ribaltare la situazione dopo un GP, quello di Sochi, non giocato ad armi pari, vista la partenza dal fondo la domenica per colpa del cambio di power unit.

Verstappen tranquillo, anche in caso di sconfitta

Solo due punti di distacco tra Lewis e Max, e ogni GP che passa fa sì che il margine di errore sia sempre più stretto. Ma se a una persona normale potrebbe aumentare l’ansia, non è così per Verstappen: “Sembro rilassato? Lo sono perché se anche finissi secondo a fine stagione la mia vita non cambierà perché faccio quello che mi piace“, ha detto in conferenza stampa. “Stiamo facendo un grande lavoro col team, non sono preoccupato, questo resta comunque un grande 2021”.

Di sicuro la sfida Red-Bull-Mercedes è molto serrata: “Si sono confermati forti in Russia”, ha detto Verstappen. “Io ho fatto una gara cercando di stare lontano dai guai e alla fine è arrivato un secondo posto che per il campionato è splendido. Vediamo, ci sono piste che sulla carta sono buone per noi e altre per loro, ma poi è la pista a parlare. Dobbiamo continuare a lavorare e sviluppare la macchina, sarà una bella battaglia”.

Pronto a vincere in Turchia

Lo scorso anno Verstappen fu protagonista di un GP non entusiasmante, tutt’altro. Stavolta però vuole portare a casa il massimo e mettere pressione al campione del mondo. “Mi piace questa pista”, ha confermato l’olandese. “Il layout è bello, l’anno scorso ci sono stati problemi di aderenza, speriamo sia migliore quest’anno, ma nel caso è un problema che riguarda tutti”.

E conferma il programma del weekend per lui e per la Red Bull: “Dobbiamo concentrarci su ogni aspetto, il bilanciamento in particolare, non è mai tutto perfetto, conta trovare il massimo dell’aderenza su ogni tracciato. Siamo rilassati e concentrati per provare a vincere e a fare del nostro meglio in ogni area, si vince tutti insieme”.

Pit stop per Verstappen a Sochi (Foto di Mark Thompson/Getty Images)
Pit stop per Verstappen a Sochi (Foto di Mark Thompson/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Red Bull avvisata. Mercedes: “In Turchia saremo aggressivi”