F1 GP Russia, prove libere 2: i tempi. Hamilton investe un meccanico

Terminata la giornata inaugurale di azione in Russia. Il turno è stato caratterizzato da un incidente al box e una bandiera rossa.

Lewis Hamilton (©F1 Twitter)

Dopo una prima sessione dominata dalla Mercedes di Bottas e conclusa con l’incredibile incidente di Norris in entrata di pit lane, è scattato il secondo turno di libere a Sochi.

Subito grande traffico in pista. Hamilton e Bottas esordiscono le medie. Stessa scelta per Sainz. Leclerc su soft. Su gialle anche le Red Bull di Verstappen e Perez. Dure per la McLaren di Norris.
1’35″508 per Charles.
Valtteri passa al comando, ma subito si fa rivedere il #16 con un 1’34″925.
1’34″762 per Fernando Alonso che su gomme morbide porta l’Alpine in vetta.

Incidente al box, fortunatamente senza conseguenze. Hamilton rientra troppo lungo e fa cadere un meccanico.
Intanto al box McLaren si lavora alacremente per risolvere un problema apparso sulla monoposto di Ricciardo.

1’33″593 per Bottas pure lui su soft.
A 20′ circa dalla fine errore per Antonio Giovinazzi. L’italiano, già falloso nel corso della mattinata, arriva troppo violentemente su un cordolo e perde il controllo della sua Alfa Romeo. Barriera rossa per rimuovere i tanti pezzi di carbonio seminati.
Dal box Mercedes avvisano che il meccanico addetto al crick, caduto al rientro di Ham in pit lane è in buone condizioni.

A 15′ dalla fine è di nuovo semaforo verde! Red Bull subito in pista.
Rischio per Perez che bacia le barriere con la sua Red Bull a pochi minuti dalla chiusura. Guai anche per Pierre Gasly che, su un karb, lascia, o meglio distrugge l’ala anteriore della sua Alpha Tauri.

Bandiera a scacchi! Valtteri Bottas si conferma il migliore seguito dal compagno di squadra Hamilton e dall’Alpha Tauri di Pierre Gasly. Ferrari più indietro con Sainz 7° a poco più di un secondo e Leclerc addirittura 10° a 1″3.

Classifica FP2 Sochi (©F1 Twitter)