Bambino di undici anni beccato alla guida di una Ferrari a Napoli (VIDEO)

Un episodio inqualificabile quello che è avvenuto in provincia di Napoli e pubblicato sui social: un bambino di undici anni guida una Ferrari

Ad appena undici anni si siede al volante di una Ferrari. La guida, in tutta serenità, su quello che sembra un viale privato, e poi si butta nel traffico cittadino, accostando la fuoriserie al bordo della strada.

È la surreale scena che è stata immortalata in un video registrato a Casandrino, in provincia di Napoli, e quindi pubblicato sui social network dal consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli.

Le immagini sono comprensibilmente diventate virali e hanno iniziato a diffondersi a macchia d’olio in rete. E, con esse, anche la polemica, che ha investito soprattutto i genitori, accusati di avere creato un grande pericolo, mettendo alla guida un ragazzino, per una malintesa lezione oppure semplicemente (e incredibilmente) per fare una bravata e vantarsi sui social di non rispettare le leggi.

Scoppia la polemica sul ragazzino che guida la Ferrari

Lo stesso consigliere Borrelli ha utilizzato parole comprensibilmente dure per stigmatizzare l’accaduto: “L’episodio della Ferrari è solo l’ultimo di una lunga serie. Il fenomeno è in crescita costante, c’è da preoccuparsi seriamente. Bisogna colpire le famiglie che promuovono comportamenti pericolosi e illegali”.

Rincara la dose il politico: “Alla base di questo fenomeno in continua crescita ci sono il ‘divertimento’ irresponsabile, la conquista dei followers sui social ed anche la necessità di rimarcare la propria ‘superiorità’, il proprio essere al di sopra delle regole, come nell’ultimo episodio da noi denunciato del ragazzino che guida una Ferrari a Casandrino. Queste persone vanno denunciate e punite in maniera esemplare, le forze dell’ordine, le istituzioni e l’assistenza sociale devono intervenire prima che la situazione sfugga completamente di mano”.

Il bambino di 11 anni alla guida della Ferrari
Il bambino di 11 anni alla guida della Ferrari (Foto Facebook/Francesco Emilio Borrelli)