Per ora sorride Bottas, ma il duello di Monza sarà Hamilton-Verstappen

Nelle qualifiche italiane brilla Bottas, ma Hamilton gli è attaccato e Verstappen è poco distante. L’ormai nota battaglia è pronta a rinnovarsi.

Lewis Hamilton (©Mercedes Twitter)

La pole position nelle qualifica del venerdì è andata a Bottas, ma sappiamo bene che per Valtteri il momento di gloria durerà il tempo di un amen. Nella Sprint Qualifying di sabato ad essere protagonisti assoluti saranno i soliti Hamilton e Verstappen, oggi rispettivamente secondo e terzo.

“Mi sentivo a posto e pareva che tutto andasse bene, ma all’ultimo giro il mio compagno è stato più veloce di me e si è meritato il primo posto”, ha riconosciuto a caldo Lewis che, da animale da corsa quale è, immaginiamo che ai semafori spenti farà di tutto per sopravanzarlo. “Per il team è comunque un ottimo risultato. Quest’anno abbiamo perso tanti punti, sia da una parte che dall’altra. Dunque ogni risultato può tornare utile”, ha aggiunto combattivo.

Mad Max non nasconde l’ambizione

Se l’asso della Mercedes ha parlato di massimizzare, l’olandese della Red Bull, spinto dal nutrito numero di tifosi accorsi appositamente a Monza per lui, ha subito alzato l’asticella.

“Abbiamo faticato più del previsto nelle FP1, ma in qualifica siamo riusciti a fare un buon lavoro e a recuperare un po’ di terreno”, ha analizzato. “Credo che nei due gp potremmo essere più vicini alle Frecce Nere. Poi non sai mai cosa potrà accadere nel corso del weekend”.

Anche se ha ammesso che sarà difficile poter assistere a qualcosa di diverso da una doppietta tedesca, il #33 di certo farà di tutto per rovinare la festa agli avversari e per riuscirci potrà contare sull’ausilio di Sergio Perez che, essendo stato confermato in squadra per il 2022, non avrà alcun problema a mettersi al servizio del cocco della scuderia, a differenza del finnico di Stoccarda che, “cacciato” dal team per far posto a Russell potrebbe fare i capricci.

Max Verstappen (©Red Bull Twitter)

Chiara Rainis