MotoGP, grandi novità in vista nel team Petronas per il 2022

Rivoluzione in vista per Petronas SRT: il team principal annuncia grandi cambiamenti dal prossimo anno e nuovi sponsor.

Zeelenberg, Stigefelt e Razali (foto Petronas SRT)

Tempo di grandi cambiamenti nel team Petronas SRT per il prossimo campionato. Dal 2022 non ci sarà più il title sponsor dell’azienda petrolifera malese e alla vigilia del GP di Silverstone Razlan Razali ha annunciato che verranno sciolti i team MotoGP, Moto2 e Moto3. Il Circuito di Sepang, fino ad ora proprietario del PSRT, non continuerà a guidare la squadra dal prossimo anno, e ciò ha costretto Razlan Razali e Johan Stigefelt a chiudere le loro strutture Moto3 e Moto2 e a concentrarsi solo sul progetto MotoGP.

Nuovi sponsor, nuova denominazione

Il nuovo main sponsor verrà annunciato solo a metà settembre, ma tutto porta a pensare che potrebbe essere il fornitore energetico WithU. “Abbiamo vissuto un viaggio straordinario negli ultimi anni. Da un timido inizio nel 2015, c’è stato un grande passo per noi nel 2018, quando ci siamo assicurati l’ingresso nella classe regina della MotoGP e abbiamo costruito da zero un team MotoGP. Nel 2020 abbiamo ottenuto la prima vittoria per un team satellite Yamaha MotoGP dopo oltre 20 anni e siamo arrivati secondi nel campionato generale di squadre e piloti. Nel 2021 abbiamo corso con il miglior pilota di tutti i tempi, Valentino Rossi. Questa è una storia incredibile”.

Razlan Razali ha ringraziato Petronas e il Sepang International Circuit per la loro visione e il supporto offerto in tutti questi anni insieme. “Il nostro sogno collettivo era quello di far competere un pilota malese per il podio nel Campionato del Mondo MotoGP. Purtroppo, non siamo stati in grado di raggiungere questo obiettivo nella breve vita della nostra squadra, ma possiamo riflettere sull’enorme successo sotto tutti gli altri aspetti. La stagione non è ancora finita e continuiamo a lottare per i migliori risultati possibili in tutte e tre le categorie”.

Razlan Razali
Il team principal della Petronas, Razlan Razali (Foto Getty Images)