MotoGP, le ultime indiscrezioni sul nuovo calendario 2021

Dopo l’annullamento del GP di Thailandia altre gare potrebbero saltare. Dorna corre ai ripari per salvare il calendario 2021.

MotoGP (getty images)

Dopo la cancellazione del GP della Thailandia Dorna si sta muovendo per trovare una sede alternativa ed evitare di diminuire il numero delle gare previste per questa stagione 2021. L’emergenza Covid-19 continua ad essere un problema a livello planetario e gli organizzatori devono fare i conti con la pandemia e la decisione delle autorità locali di ospitare o meno un Gran Premio e se aprire le tribune ad una minima parte di spettatori.

Inoltre dopo la Thailandia anche il GP di Sepang vacilla e si starebbe pensando ad un’altra tappa a Le Mans, visto il buon periodo che stanno attraversando Fabio Quartararo e Johann Zarco. Il promoter Claude Michy è decisamente interessato ad un secondo Gran Premio in Francia. Ma l’unica data possibile sarebbe il 26 settembre, prima delle gare esterne ad Austin e a Sepang. E Le Mans sarebbe disponibile solo a patto di avere pubblico sugli spalti.

Dorna è alla ricerca di altre soluzioni, anche perché preoccupa il round di Silverstone, dopo la diffusione della variante Delta, ma al momento la data è confermata. Si pensa ad un secondo Gran Premio a Misano per il 26 settembre. Gli organizzatori stanno anche pensando a un secondo GP di Jerez che potrebbe svolgersi il 31 ottobre o addirittura il 24 ottobre nel caso in cui il GP di Sepang venisse cancellato. L’obiettivo è raggiungere almeno 18 gare per questa stagione 2021.

LEGGI ANCHE —> “Valentino Rossi, fregatene! Sei ancora un pilota veloce”: l’amico campione

Marc Marquez
Marc Marquez (Foto Gold & Goose / Red Bull)