Sainz sui problemi Ferrari: “Situazione complicata da spiegare”

Archiviato un primo weekend di Stiria da top 10, la Ferrari si prepara ad un nuovo GP dell’Austria con molti interrogativi.

Carlos Sainz Jr (©Getty Images)

La rimonta effettuata da entrambi i piloti Ferrari domenica scorsa al Red Bull Ring e la loro chiusura in sesta e in settima piazza ha leggermente rincuorato il box rosso dopo che in Francia, ogni cenno di ripresa sembrava essersi perso.

Sebbene il doppiaggio di entrambe le monoposto non sia esattamente edificante per un team come quello del Cavallino, alla vigilia del secondo appuntamento austriaco Carlos Sainz vuole guardare al bicchiere mezzo pieno.

“Abbiamo avuto un’enorme oscillazione in termini di prestazioni tra Paul Ricard e Zeltweg malgrado il grande lavoro fatto per evitare che accadesse”, ha analizzato lo spagnolo imputando alle caratteristiche della pista il principale motivo delle differenze. “Su questo circuito è più sollecitato il posteriore dell’auto e sappiamo che il nostro limite principale è l’anteriore”.

Cosa ha fatto Maranello per rimediare ai problemi

Non potendo compiere miracoli la Scuderia al momento sta cercando di focalizzarsi sul passo gara, completando dei long-run sin dal venerdì mattina, e migliorando l’assetto della SF21.

Se successivamente alle buone performance di Monaco e Baku molti dei deficit del progetto 2021 parevano risolti a Le Castellet si sono fatti risentire tutti e con gli interessi, lasciando l’equipe modenese con parecchi punti di domanda, a partire dal come curare il “mal di gomme” .

Interrogato sulla questione e sul possibile aiutino fornito da un clima più fresco, il figlio d’arte ha replicato: “Mi piacerebbe fosse solo una questione di temperatura! In realtà la questione è ben più complessa anche da spiegare. Avere un weekend meno caldo potrebbe andarci bene, ma è anche vero che più aumenta il freddo e più cresce il rischio al graining sulle coperture davanti, e non sarebbe una buona notizia”.

In poche parole, ancora una volta si brancola nel buio…

Ferrari (©Getty Images)

Chiara Rainis