A 232 km/h sulla nuovissima Rimac Nevera, le scuse della compagnia (VIDEO)

Rimac si è scusata a seguito di un video in cui un uomo raggiunge la velocità di 232 km/h su una strada pubblica a bordo di una Nevera

rimac
(Image by Motor1)

Tre anni dopo il debutto del concept C_Two, Rimac ha presentato la hypercar elettrica all’inizio di questa settimana con il nome di Nevera. L’auto di produzione più veloce ha fatto notizia con le sue impressionanti specifiche tecniche, per non parlare del fatto che ha obliterato una Ferrari SF90 Stradale in una gara di accelerazione. Il quad-motor è tornato a far parlare di sé, solo che questa volta, in un contesto negativo.

Un filmato girato dall’interno della Nevera mostra un uomo che raggiunge velocità fino a 232 km/h su una strada a una corsia vicino a Dubrovnik in Croazia. Indossando una giacca e un cappello con il marchio Rimac, il pilota 41enne sta facendo 142 km/h oltre il limite di velocità su una strada abbastanza stretta con un po’ di traffico leggero. Il fondatore e CEO di Rimac Automobili ha già presentato le sue scuse per il rischioso comportamento, dicendo che il conducente stesso ha chiamato la polizia per avvisarli del suo comportamento scorretto.

“Il nostro pensiero è chiaro: informiamo tutti i clienti, gli ospiti e i dipendenti che la guida avviene su strade pubbliche e che devono seguire la legge. Il conducente del video ha chiamato lui stesso la polizia. La polizia è giunta e ha condotto un’indagine e sarà punito come chiunque altro sarebbe stato punito in questa situazione. Per il futuro, staremo più attenti e supervisioneremo meglio. Mi scuso per l’inconveniente”.

Le fonti locali riportano che Rimac ha organizzato un evento per mostrare l’hypercar a zero emissioni ai potenziali acquirenti al Sun Gardens Resort di Dubrovnik. Secondo il giornale croato Index.hr, l’autista è ora accusato di aver superato il limite sulla strada D8 a Ratac. Il filmato è apparso originariamente su Reddit, dove non è più disponibile, ma il video sgranato è rimasto lì abbastanza a lungo perché qualcuno lo caricasse su YouTube.

Leggi anche -> Fiat: “Auto completamente elettriche entro la fine del 2030”