La “prima” della Ducati, la sfida Rossi-Lorenzo: la MotoGP a Barcellona

Tante gare emozionanti a Barcellona, come quella di Capirossi nel 2003 sulla Desmosedici o quella del Dottore nel 2009

Loris Capirossi, che portò la Ducati al successo a Barcellona nel 2003 (Photo by Clive Rose/Getty Images).

Un circuito che i piloti conoscono come le proprie tasche, una gara che ha fatto la storia del Motomondiale. Dopo il Mugello, la MotoGP sbarca a Barcellona per l’ennesima tappa del Mondiale 2021. E protagonista sarà il Montmelò, aperto nel 1991 in vista delle Olimpiadi del 1992 e da allora in calendario sia per le due che per le quattro ruote.

Valentino Rossi, il record e quel sorpasso a Lorenzo

La gara di MotoGP di Barcellona ha visto come protagonisti dei grandi campioni. Il record del maggior numero di vittorie su questo circuito però è il suo, di Valentino Rossi che in totale ne ha collezionate 10 in tutte le categorie, 7 solo in MotoGP. Subito dopo di lui troviamo invece Jorge Lorenzo con 5 vittorie, 4 con la Yamaha e 1 con la Ducati.

Memorabile fu il duello tra i due nel 2009. Il maiorchino era galvanizzato dall’arrivo sul circuito di casa, ma a voler rompere l’incantesimo c’era lui, il Dottore, lanciato verso un nuovo titolo iridato. E uno dei colpi chiave di quell’annata arrivò proprio al Montmelò. Una sfida all’ultimo sorpasso quella tra i due, risolta solo all’ultima staccata da Rossi in maniera incredibile, in un punto impossibile. Una battaglia passata alla storia come tra le più belle della MotoGP.

Barcellona e la “prima” Ducati con Capirossi

Un altro momento rimasto indelebile nella mente di tanti tifosi è quello del 2003, quando la Ducati, da poco arrivata nel Motomondiale, vinse al Montmelò grazie a Loris Capirossi. Dopo il miglior tempo ottenuto nei test IRTA svolti proprio a Barcellona, nel marzo dello stesso anno, per la Desmosedici l’occasione per il colpo grosso arrivò proprio in terra catalana.

Scattato dalla seconda posizione in griglia, Capirossi diede vita a una lotta a due con Valentino Rossi, partito dalla pole ma che in gara dovette faticare e non poco contro la potenza del motore Ducati. A 8 giri dalla fine arrivò il colpo di scena: Rossi andò fuori pista, nel tentativo di tenere alle spalle Capirex, che trovò così la strada spianata per la vittoria. E a nulla valse la furiosa rimonta finale del Dottore, che chiuse alle spalle della Rossa di Borgo Panigale, che centrò così il suo primo successo dopo il rientro nella classe regina.

Un altro particolare curioso legato al Gran Premio di Catalogna è che per ben due volte di seguito, nelle gare del 2004 e del 2005, il podio a Barcellona è stato esattamente lo stesso: Valentino Rossi al primo posto, Sete Gibernau al secondo e Marco Melandri al terzo.

Ma a Barcellona è legato anche il ricordo di Luis Salom. Il pilota spagnolo, che stava disputando le prove libere 2 della Moto2, morì nel 2016 dopo una caduta nella parte conclusiva del tracciato. Che proprio da allora è stato cambiato.

Cosa è successo nel 2020 al Montmelò

Lo scorso anno, ancora tanto spettacolo a Barcellona. A chiudere davanti a tutti fu Fabio Quartararo che, dopo un inizio di mondiale stratosferico, era incappato in diverse giornate negative. Ma proprio al Montmelò ritrovò la vittoria e la testa del Mondiale. Solo nono Maverick Viñales, mentre più dietro Franco Morbidelli. Andò malissimo invece ad Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, caduti. Per il Dottore un boccone amarissimo, perché fu davvero l’ultima occasione in cui lottò seriamente per la vittoria.

LEGGI ANCHE —> “MotoGP, che schifo al Mugello!”: lo sfogo di Reggiani

Valentino Rossi nel 2001 al Montmelò. Mandatory Credit: Pascal Rondeau /Allsport