Valentino Rossi ammette: “Ti chiedi se abbia senso fare la gara”

Valentino Rossi ha parlato dal Mugello dopo la gara MotoGP conclusa al decimo posto. Inevitabile parlare anche della morte di Dupasquier.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

Decimo posto per Valentino Rossi nella gara disputata oggi al Mugello. Si tratta del miglior risultato ottenuto dall’inizio di questo campionato MotoGP 2021.

Ovviamente non c’è molto da esultare per uno che ha vinto per nove volte in carriera sul circuito toscano. Tuttavia, questo passa in convento adesso. Il pilota del team Petronas SRT non ha un livello di competitività sufficiente per ambire a fare granché meglio al momento.

LEGGI ANCHE -> Bagnaia scosso dalla morte di Dupasquier: “Non mi interessa la caduta”

MotoGP Mugello, i commenti post-gara di Valentino Rossi

Rossi ai microfoni di Sky Sport MotoGP ha spiegato i suoi sentimenti dopo la tragica morte di Jason Dupasquier, pilota Moto3: «Intanto faccio le mie condoglianze alla famiglia, agli amici e al team. Già ieri sapevamo che la situazione era critica, purtroppo è stato colpito alla testa da Sasaki ed era in condizioni disperate. Sapere che un pilota è morto è difficile. Ti chiedi se abbia senso continuare e fare la gara. Io penso che non abbia senso sia farla che non farla. Quello che facciamo oggi purtroppo non può cambiare quanto successo ieri».

Successivamente Valentino ha raccontato le sensazioni avute in gara: «Purtroppo alla prima curva è successo del casino. Maverick davanti a me si è un po’ imbarcato, io ho dovuto frenare e all’ingresso della prima curva ero nel sandwich tra Pirro e Lecuona. Ci siamo toccati e ho perso una vita, ero penultimo. Peccato, perché poi in gara il mio passo era decente e sono riuscito a tornare su. Ho perso tempo perché faticavo a superare. Comunque sono arrivato in top 10 e ho preso dei punti. Fossi stato più avanti, avrei potuto finire un po’ meglio. Siamo migliorati nel corso del weekend, oggi in gara ero decente».

Il nove volte campione del mondo spiega che ci sono stati degli interventi alla sua Yamaha M1 per migliorare il feeling: «Abbiamo avuto un po’ di problemi, ci sono un po’ di buche in pista ed è difficile soprattutto in alcune curve. Abbiamo fatto una moto un po’ più dolce e morbida, già stamattina mi ero trovato meglio. Poi ci siamo sistemato meglio l’elettronica. Superare non è facile per me, uscivo piano all’ultima curva e sul dritto non sono un fulmine. È stata dura. Nella situazione in cui siamo fare decimo non è male».

Rossi ammette che è complicato stare davanti in questa MotoGP, anche se spera di fare progressi prossimamente: «Il livello è molto alto. Impressiona che in MotoGP vadano tutti forti, tutte le moto sono veloci. È tosta. Bisogna fare tutto bene nel weekend. Non è facile. Venerdì facevo fatica a frenare, da sabato è andata meglio. In cuor mio lo sapevo che sarebbe stato difficile al Mugello, anche nel 2019 non avevo fatto un weekend brillante. Bisogna lavorare, cercare di fare bene ed essere competitivi».