Schumacher, che attacco alla Ferrari! Ma a difenderla ci pensa Sainz

Carlos Sainz ha preso orgogliosamente le parti della sua Ferrari ribattendo piccato alle parole dure di Schumacher

Carlos Sainz
Carlos Sainz (Foto Ferrari)

Ha disputato solo quattro Gran Premi con addosso i colori rossi della Ferrari (e si sta apprestando questo weekend a correre il quinto, lo storico appuntamento di Montecarlo), ma Carlos Sainz sembra già calato appieno nel suo nuovo ruolo.

Che non è solamente quello di portacolori di una scuderia di Formula 1, ma di membro di una famiglia storica. Il suo profondo senso di appartenenza alla leggenda di Maranello, già pienamente assorbito, il figlio d’arte lo ha dimostrato in questi giorni, vestendo gli insoliti panni di avvocato difensore del Cavallino rampante.

La critica di Ralf Schumacher alla Ferrari

Lo ha fatto per rispondere ad un suo ex collega, Ralf Schumacher, già pilota di Formula 1, nonché fratello di una grande bandiera della Rossa come il mitico Michael Schumacher. Il tedesco non ha decisamente utilizzato parole leggere nei giorni scorsi, entrando a gamba tesa sulla formazione modenese: “La Ferrari attuale è di una mediocrità spaventosa”, ha dichiarato ai microfoni di Sky Germania.

Un attacco che sembra avere mandato su tutte le furie Sainz, che nella consueta conferenza stampa della vigilia a Monaco (che in questo fine settimana si svolge al mercoledì invece che al giovedì) ha risposto con stizza e con orgoglio.

La risposta di Carlos Sainz

“Non sono d’accordo”, ha affermato ai microfoni dei giornalisti. “Come squadra non potevano pretendere di passare da un anno all’altro da uno svantaggio di 1.5 secondi al giro a vincere il campionato del mondo. Poi siamo i primi a non essere contenti, ad essere autocritici e a volere di più”.

“Sappiamo che ci vorrà del tempo”, prosegue lo spagnolo, “e dobbiamo lavorare sodo per far tornare la Ferrari in vetta, al posto che le spetta. Io non darei mai della mediocre a questa squadra, piena di gente super talentuosa, che ha mostrato in passato di costruire macchine capaci di vincere GP e Mondiali. Abbiamo recuperato parte del distacco dalla Mercedes, la strada è quella giusta”.

LEGGI ANCHE —> Ferrari a Monaco, Sainz mantiene il mistero: “C’è una cosa che non vi dico”

Ralf Schumacher
Ralf Schumacher (Foto Getty Images)