Marquez non ci sta: “Ho sbagliato io, ma non sono l’unica Honda che cade”

A fine gara Marc Marquez si è lamentato con sé stesso per gli errori commessi durante la gara. In particolare per la 2a caduta.

Marc Marquez (GettyImages)
Marc Marquez (GettyImages)

Marc Marquez in Francia è sembrato nuovamente a tratti essere ritornato ai suo livelli. Lo spagnolo infatti ha comandato per diversi giri la gara prima di stendersi. Dopo la caduta però si è rialzato e ha provato nuovamente una clamorosa rimonta, ma anche in questo caso è caduto proprio mentre era entrato in zona punti.

A margine della gara il rider della Honda ha così commentato: “Sapevo che avrei avuto delle difficoltà, ma mi sono sentito subito bene. La caduta è arrivata perché si scivolava tantissimo. Può succedere. Quando ho ripreso la moto stavo andando forte, fortissimo. Mi ha fatto arrabbiare più la seconda caduta che la prima. La prima può succedere, ma la seconda stavo spingendo troppo”.

Per Marquez c’è tanto rammarico

Marquez ha poi proseguito: “La prima può succedere, ma la seconda mi ha fatto arrabbiare. Ero concentrato al 100%, stavo bene sulla moto. In quel momento però mi sono messo a pensare se non fosse stato meglio passare di nuovo alle gomme d’asciutto e ho perso la concentrazione”.

Infine il pilota spagnolo ha così concluso: “Non sono solo io che cado in Honda. Stiamo lavorando in quella direzione. Qui, per le condizioni che c’erano abbiamo fatto un bel weekend. Oggi però non sono stato bravo. Ho rischiato quando non dovevo. Per il resto però penso che stiamo gestendo bene tutto. Oggi siamo stati veloci, ma abbiamo peccato nella gestione”.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi deluso a Le Mans: svela l’errore commesso in gara

Insomma Marquez non vuole sentirne di risparmiarsi. Lo spagnolo vuole continuare a progredire e provare a ritornare l’extraterrestre che era prima del terribile infortunio che lo ha tenuto lontano dalla pista per un’intera stagione.