Valtteri Bottas fa infuriare la Mercedes. E Wolff gli lancia un avvertimento

Valtteri Bottas ha rischiato di far perdere il Gran Premio di Spagna a Lewis Hamilton. E il capo della Mercedes, Toto Wolff, non ha gradito

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas (Foto Steve Etherington/Mercedes)

La situazione di Valtteri Bottas comincia ad assumere sempre di più i contorni del caso all’interno della Mercedes. Non ci sono solo le sue prestazioni, che anche in questa stagione non si stanno rivelando all’altezza di quelle del suo compagno di squadra Lewis Hamilton.

La goccia che potrebbe aver fatto traboccare il proverbiale vaso è giunta per via del suo comportamento nel corso del Gran Premio di Spagna di questo weekend. In particolare, mentre Hamilton stava recuperando di gran carriera il divario da Max Verstappen, in quel momento in testa alla gara.

Così Bottas ha frenato Hamilton

Nel corso della sua rimonta dopo il secondo pit stop, il campione del mondo in carica è giunto alle spalle della vettura gemella di Bottas. Ma il finlandese, che non era in quel momento in grado di lottare per il successo, invece di agevolarlo e di lasciargli strada, gli ha fatto sudare sette camicie prima di potersi liberare di lui.

Non certo il trattamento che il suo team principal Toto Wolff si aspettava: “Capisco che parliamo di piloti, e so qual è il loro istinto”, ha affermato. “Avremmo gradito un comportamento di diverso, perché Lewis aveva adottato una strategia completamente differente. Avrebbe raggiunto Verstappen più velocemente, ma alla fine abbiamo comunque raggiunto il risultato”.

Il boss Mercedes Wolff non è soddisfatto

Insomma, l’insubordinazione di Bottas contro i giochi di squadra ha rischiato di costare caro: “Posso capire che Valtteri avesse vissuto un’altra giornata difficile e fosse infastidito. Ma se avessimo perso la gara, sarei stato molto più critico verso di lui. Sicuramente possiamo imparare qualcosa da questa situazione, in entrambe le direzioni”.

Per questo motivo Wolff lancia un vero e proprio avvertimento al suo pilota: non ci provare mai più. “Ne parleremo, ma sarà una discussione amichevole”, prosegue. “Bottas continua ad andare a punti, nel Gran Premio precedente era in pole position, quindi la sua velocità è notevole. Ma quando le cose vanno storte in partenza, è facile perdere tempo dalla vetta e questo equivale fondamentalmente ad un ko. Dietro a Charles ha perso qualcosa come venti secondi e al massimo avrebbe potuto conquistare il terzo posto”.

Un po’ per le sue intemperanze, un po’ per il suo rendimento insoddisfacente, insomma, Bottas continua a rischiare sempre più seriamente il posto alla Mercedes. E su di lui aleggiano, per la prossima stagione, le ombre dei giovani del vivaio di Brackley, da George Russell ad Esteban Ocon.

LEGGI ANCHE —> Bottas delude ancora e in Mercedes spunta un’alternativa

Toto Wolff
Toto Wolff (Foto Steve Etherington/Mercedes)