Jack Miller sfida gli haters: “Ditemelo in faccia”

Jack Miller parla ancora di social network nel giovedì di conferenze a Jerez. In pista l’obiettivo sarà l’assalto al podio.

Jack Miller davanti al computer
Jack Miller davanti al computer (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Jack Miller era partito per essere il pilota di punta del marchio Ducati, ma al momento è stato messo in ombra sia da Pecco Bagnaia che da Johann Zarco. A Jerez proverà a invertire la tendenza, con la condizione fisica generalmente migliore rispetto a Portimao, dove ha rimediato una caduta a pochi giorni dall’intervento all’avambraccio destro per sindrome compartimentale.

I problemi maggiori sono stati superati e non dovrebbe avere fastidi nel week-end di Jerez. “Sembra che il braccio stia di nuovo bene. La forza è tornata e ho di nuovo una bella sensazione alla mano. Ciò significa che non dovrei avere problemi e penso che il fine settimana sarà un buon test per vedere come è migliorata la situazione”, spiega Jack Miller nella conferenza stampa via Zoom. L’alfiere australiano ha anche parlato dei social, un argomento che diventa davvero scottante dopo la cancellazione del profilo Twitter da parte di Maverick Vinales, oggetto di critiche dopo il GP del Portogallo. “Capisco che queste app sono importanti nel mondo di oggi, ma sono felice quando posso spegnere il cellulare. Non ne ho bisogno. Ma quello che mi fa arrabbiare: ci sono molte persone che dicono stronzate. Nessuno di loro me lo direbbe in faccia. Se qualcuno lo facesse, sarebbe divertente. Ma non ho l’energia per affrontarlo. Ho qualcuno che si occupa del mio account”.

Tuttavia, Jack Miller esclude la cancellazione del suo account ufficiale, considerando importante avere un contatto diretto con i suoi follower: “Ci sono abbastanza fan che sono veramente interessati a quello che stiamo facendo e vogliono conoscere le notizie in prima persona, quindi dovrebbero avere la possibilità di seguirti”, ha aggiunto il pilota del team Ducati factory. Per Jerez l’obiettivo non può che essere l’assalto al podio: “Sono stato molto competitivo su questa pista lo scorso anno e sono arrivato quarto. Sono fiducioso di poter fare una buona gara domenica”.

Jack Miller
Jack Miller (getty images)